Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Calcio Napoli

Napoli-Juventus 1-2, game over scudetto

Pubblicato

in



Juve a +16 e tanti saluti a tutti. Partitaccia con brividi finali, pali del NAPOLI, un rigore sbagliato da Insigne, risse ecc., la partita forse si e’ decisa quando -al 25′ del primo tempo- e’ stato espulso il portiere napoletano Meret, dopo un retropassaggio suicida di Malcuit che ha lanciato a rete Ronaldo. Meret ha affrontato CR7 al limite colpendolo ed e’ scattato i rosso. Pjanic ha segnato sulla conseguente punizione (esecuzione magistrale) e il NAPOLI (in dieci) ha timbrato un palo con Zielinski; poi Emre Can ha raddoppiato di testa. Ma Ronaldo e’ stato davvero colpito ? Poi, l’espulsione di Pjanic (doppio giallo, “mani” stupido) all’inizio della ripresa, ha portato la parita’ numerica e la gara e’ cambiata. Il NAPOLI ne ha approfittato per riaprire la partita con Callejon. La situazione si e’ capovolta psicologicamente: la Juve ha subito e Zielinski ha colpito la traversa. Male la Juve “in dieci”. Ronaldo isolato, tutti a difendere. Un assedio. Insigne ha mandato sul palo il rigore del pareggio. E cosi’ la Juve ha vinto la partita che ha forse deciso definitivamente il campionato. La Juventus ha praticamente quindi vinto lo scudetto.

Napoli (4-4-2): Meret, Malcuit (1′ st Mertens), Maksimovic, Koulibaly, Hysaj, Callejon (32′ st Ounas), Allan, Ruiz, Zielinski, Milik (26′ pt Ospina), Insigne (27 Karnezis, 13 Luperto, 21 Chiriches, 31 Ghoulam, 6 Mario Rui, 42 Diawara, 9 Verdi, 34 Younes). All.: Ancelotti.
Juventus (4-4-2): Szczesny, Cancelo (16′ st De Sciglio), Bonucci, Chiellini, Alex Sandro, Bernardeschi (40′ st Dybala), Pjanic, Can, Matuidi, Ronaldo, Mandzukic (28′ st Bentancur). (21 Pinsoglio, 22 Perin, 4 Caceres, 15 Barzagli, 18 Kean, 24 Rugani, 37 Spinazzola). All.: Allegri.

Arbitro: Rocchi di Firenze. Reti: nel pt 27′ Pjanic, 38′ Can; nel st 15′ Callejon. Angoli: 13 a 4 per il Napoli. Recupero: 3′ e 5′. Espulsi: Meret (25′ pt) per fallo da ultimo uomo su Ronaldo; Pjanic (2′ st) per doppia ammonizione. Ammoniti: Maksimovic, Alex Sandro, Cancelo, Koulibaly per gioco scorretto; Allan, Bentancur e Dybala per comportamento non regolamentare.

Continua a leggere
Pubblicità

Calcio

Dalla Spagna: Diego Costa verso PSG, Atletico su Cavani e Milik

Pubblicato

in

Dalla Spagna: Diego Costa verso PSG, Atletico su Cavani e Milik

Dopo Alvaro Morata, ceduto alla Juve, l’Atletico Madrid potrebbe privarsi anche di Diego Costa per ridisegnare completamente il suo attacco, nel frattempo rinforzato dall’arrivo di Luis Suarez. Secondo il quotidiano spagnolo AS, il club colchonero potrebbe cedere l’attaccante spagnolo di origini brasiliane al Paris Saint-Germain. A quel punto l’Atletico tornerebbe alla carica per uno fra Edinson Cavani e Arek Milik, già trattati nelle scorse settimane. Il Matador potrebbe arrivare a parametro zero, ci sarebbe da trovare l’accordo solo per l’ingaggio. Per l’attaccante polacco, invece, prima di tutto bisognerebbe trovare un accordo con il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis.

Continua a leggere



Calcio Napoli

Coronavirus, Il Genoa si difende: a Napoli tutti negativi

Pubblicato

in

Coronavirus, Il Genoa si difende: a Napoli tutti negativi

Arriva dalla Figc la conferma che il Genoa ha seguito scrupolosamente le procedure anticovid in seguito alla prima positivita’, quella di Mattia Perin resa nota sabato mattina. Dichiarazione che arriva dopo che per tutto il giorno il Genoa ha difeso il proprio comportamento sul focolaio che ha colpito 14 tesserati, dieci giocatori (due hanno febbre) e quattro (uno con febbre) dello staff. Dodici sono stati scoperti dopo che la Asl3 di Genova ha preteso un nuovo tampone per la squadra al rientro da Napoli. Il Genoa ha vissuto una giornata “sospesa” con il rinvio della ripresa degli allenamenti e la sanificazione del centro sportivo Signorini. Inoltre in seguito a quanto accaduto nella giornata di ieri venti tra dirigenti e dipendenti della sede si sono sottoposti ai test necessari per il Covid Un focolaio esploso improvvisamente venerdi’ scorso quando Mattia Perin ha comunicato al medico della societa’ rossoblu’ che aveva febbre. Il giocatore e’ rimasto in isolamento ed e’ stato subito effettuato un tampone che sabato mattina, mentre la squadra si allenava, ha dato esito positivo. A quel punto tutto il gruppo squadra, giocatori e staff, e’ stato sottoposto all’ora di pranzo ad un giro di test i cui risultati sono arrivati in serata con la squadra gia’ in ritiro in un hotel cittadino. Tutti negativi, con il solo Schone definito “incerto”, che resta isolato in camera. A questo punto il club decide di sottoporre il gruppo a nuovo tampone: i test si concludono all’1 di notte. Il club intanto aveva fatto slittare la partenza a domenica mattina con la partita spostata dalle 15 alle 18. I risultati arrivano al mattino, tutti negativi tranne Schone che non parte per Napoli. Al rientro dalla trasferta di Napoli, lunedi’ mattina, su indicazione della ASL tutti sono stati sottoposti a ulteriori tamponi che nella serata di ieri hanno dato come esito la positivita’ di quattro componenti dello staff e altri 8 giocatori. Annullato dunque l’allenamento previsto per oggi anche i dipendenti e i dirigenti sono stati sottoposti a tamponi. Ed ora si attendono novita’ in merito alla gara di sabato anche se il pensiero della societa’ , espresso dal Direttore Generale Corporate Flavio Ricciardella e’ molto chiaro. “Probabilmente non potremo allenarci neanche nei prossimi giorni. Affrontare una gara in queste condizioni mi sembra difficile ma aspettiamo quello che ci diranno la Lega e la Asl. Per la gara con il Torino (sabato alle 18 al Ferraris) abbiamo avvisato subito la Lega e la Federazione, non abbiamo fatto alcuna richiesta ma ci aspettiamo una decisione coerente col momento, nell’interesse di tutti”.

Continua a leggere



Pubblicità

DALLA HOME

Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette