Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Castellammare di Stabia

Casertana-Juve Stabia, le parole dei protagonisti del match

Pubblicato

in



Dopo mister Caserta hanno parlato in sala stampa anche Bruno Vicente e il direttore Clemente Filippi.
Vicente: Punto importante per noi, sapevamo di affrontare una squadra forte e la classifica è bugiarda. Noi abbiamo fatto la nostra partita e già iniziamo a pensare alla Cavese.
Non pensiamo mai a cosa potrà succedere ma sempre partita dopo partita. E da domani mattina penseremo alla prossima sfida, difficile con la Cavese.

Filippi: “Giocare in queste condizioni è bruttissimo. È stato un danno alla città di Caserta. Personalmente ho sempre preferito giocare con il pubblico e le due formazioni avrebbero meritato sicuramente un trattamento diverso. La partita è stata brutta, maschia ma non cattiva. Il pari è il risultato giusto.
Siamo ancora imbattuti e la critica ci sta. Giudicare la Juve Stabia oggi è un errore, il campionato che stiamo facendo parla da solo. La serie C è stata sempre così, dove si può vincere e perdere con chiunque. È un campionato difficile ed è complicato vincere con tutti.
Dopo 28 giornate non ci aspettavamo di essere imbattuti, sapevamo di avere una buona squadra ma non per vincere il torneo.
Difficilmente mi soffermo sulle avversarie, ma la Casertana può benissimo giocare i playoff e ripetere il cammino dello scorso anno del Cosenza.
Non avrei firmato per un pari. Partire per non vincere è la morte del calcio. Però il pareggio di oggi ci è servito per allungare sulla concorrenza.

Continua a leggere
Pubblicità

Calcio

La Juve Stabia perde a Pisa e saluta la Coppa Italia

Pubblicato

in

La Juve Stabia perde a Pisa e saluta la Coppa Italia con una formazione giovanissima schierata da mister Padalino

La Juve Stabia saluta la Coppa Italia al secondo turno. All’Arena Garibaldi di Pisa vincono i padroni di casa 2-0 grazie alle reti, una per tempo di Masucci e Sibilli. Da segnalare un rigore fallito nella prima frazione di Scaccabarozzi sul risultato di 1-0. Un episodio che avrebbe certamente potuto cambiare la storia della partita.

Mister Padalino schiera una formazione giovanissima, probabilmente una delle più giovani della storia della Coppa Italia e della storia della Juve Stabia stessa. In porta il neoacquisto Lazzari, Todisco, Oliva, Codromaz e Allievi sulla linea difensiva; Grimaldi, Selvaggi e Scaccabarozzi davanti alla difesa; Stoecklin, Della Pietra e Guarracino a formare il tridente offensivo. Una media età bassissima, di circa 20 anni. Dunque, non si poteva chiedere certamente di più a questa squadra, a questi ragazzi che stanno danno una grossa mano a mister Padalino da ormai due mesi a questa parte, dall’inizio della preparazione atletica. Questa partita è stata, per loro, importantissima sia per mettere minuti nelle gambe, sia per aggiungere un mattoncino in più all’interno del bagaglio d’esperienza.

In attesa di scoprire quali saranno i prossimi acquisti ufficiali e quale sarà la rosa al completo che il tecnico ex Foggia avrà a disposizione per tutto il campionato, vanno fatti i complimenti a tutti i ragazzi che in queste prime uscite hanno permesso al mister di schierare un 11 degno. Questi giovanissimi calciatori gialloblu’ rappresentano un valore importante per il presente e per il futuro della Juve Stabia. Una buona base è stata certamente gettata.

Continua a leggere



Castellammare di Stabia

Rapina in un albergo di Sant’Agnello: arrestato 47enne di Castellammare

Pubblicato

in

rapina albergo

Fece irruzione in un albergo di Sant’Agnello prima rapinando i soldi dalla casa e altri oggetti e poi picchiando il portiere di notte per guadagnarsi le vie di fuga.

 

E così nella serata di ieri 29 settembre 2020, personale del Commissariato di P. S. di Sorrento, in
esecuzione di una misura cautelare personale disposta dal G.I.P. del Tribunale di Torre Annunziata su richiesta della Procura della Repubblica, ha proceduto all’arresto di F. C., 47enne originario di Castellammare di Stabia, ma da anni domiciliato in Sant’Agnello, gravemente indiziato del delitto di rapina pluriaggravata, sottoponendolo alla misura degli arresti domiciliari presso la propria abitazione.

L’indagato, nel decorso mese di giugno, dopo essersi introdotto, nottetempo, all’interno di una struttura alberghiera di Sant’Agnello allo scopo di impossessarsi di denaro ed altre utilità, e
successivamente anche per guadagnarsi la fuga, aggrediva il portiere di notte, procurandogli lesioni giudicate guaribili in 5 giorni. Le successive indagini, condotte dal Commissariato di P. S. di Sorrento e coordinate dalla Procura della Repubblica di Torre Annunziata, hanno consentito, grazie anche alle immagini catturate dalla videosorveglianza interna della struttura ricettiva, di ricostruire la dinamica delle fasi dell’aggressione e della sottrazione dei beni, poi abbandonati sul posto, e di pervenire alla successiva, compiuta identificazione dell’autore della rapina.

Continua a leggere



Le Notizie più lette