ULTIME CALCIOMERCATO

Ci pensa Simeone, il Napoli batte la Roma e vola a +13

SULLO STESSO ARGOMENTO

Il Napoli adesso non si ferma davvero più. Battuta anche la Roma: la decide un ‘guizzo’ di Simeone nei minuti finali. Il vantaggio in vetta alla classifica aumenta ancora una volta: +13 sull’Inter, seconda in classifica.

PUBBLICITA

Riecco Kvara, Mou con Pellegrini-Dybala dietro Abraham

Spalletti ritrova Kvaratskhelia, che va a schierarsi nuovamente nel trio offensivo con Osimhen e Lozano, questa volta preferito a Politano. In porta sempre Meret, in difesa Kim e Rrahmani con Di Lorenzo e Mario Rui. Anguissa, Lobotka e Zielinski sono i centrocampisti.

Solito modulo per Mourinho, che davanti a Rui Patricio sceglie la linea di retroguardia composta da Mancini, Smalling e Ibanez. Zalewski e Spinazzola sono gli esterni con Matic e Cristante al centro del centrocampo. Dybala e Pellegrini a supporto dell’unica punta Abraham.

Gol capolavoro di Osimhen, vantaggio Napoli

Parte forte il Napoli: al 6′ è Kvaratskhelia a impegnare seriamente Rui Patricio che devia una sua forte conclusione da fuori area in corner. La Roma però è viva: al 12′ un lancio in profondità di Spinazzola verso Abraham mette in difficoltà Kim e Meret, che si ostacolano e per poco non sfiorano l’autogol che avrebbe portato i giallorossi in vantaggio.

Gli azzurri passano in vantaggio al 17′ con un gol capolavoro di Osimhen. Kvara scappa via sulla fascia, traversone per il nigeriano che stoppa di petto, si aggiusta il pallone con il ginocchio e con un tiro al volo fulmina Rui Patricio: è 1-0 per i partenopei al Maradona.

Dopo una fase di stallo, la Roma chiude il primo tempo in attacco. L’occasione più pericolosa arriva al 3′ di recupero: traversone dalla fascia di Pellegrini per Spinazzola che calcia forte da fuori, gran riflesso di Meret che devia in corner. Azzurri avanti all’intervallo.

El Shaarawy pareggia, poi la decide Simeone

La Roma entra bene in campo a inizio ripresa e mette in difficoltà il Napoli, che si difende. In contropiede, però, gli azzurri sono molto pericolosi dalle parti di Rui Patricio: Kvara, al 54′, si divora il 2-0 mancando lo stop che lo avrebbe messo in porta su cross di Lozano.

Al 61′ occasionissima per i giallorossi: girata di testa di Cristante su corner, miracolo di Meret a mano aperta. Poco dopo Lozano ha la palla del 2-0 in contropiede tre contro due, ma trova una gran risposta a sua volta di Rui Patricio, che con un colpo di reni salva la conclusione indirizzata sotto la traversa.

Gli uomini di Mourinho restano comunque insidiosi e il pari dà l’impressione di essere nell’aria. E infatti arriva al 75′: cross di Zalewski dalla sinistra, il pallone attraversa tutta l’area e trova la zampata di El Shaarawy, che beffa Meret per l’1-1. Immediata la reazione di Spalletti: dentro Raspadori e Simeone.

Ed è proprio lui, il ‘Cholito’, a decidere la sfida, come a San Siro contro il Milan: riceve da Zielinski, sfrutta lo spazio lasciato dalla difesa della Roma e colpisce di sinistro mandando il pallone all’incrocio, dove Rui Patricio non può arrivare. E’ la rete del 2-1: azzurri di nuovo avanti.

Minuti finali di grande tensione: la Roma ci prova in tutti i modi, il Napoli tiene botta: Orsato fischia dopo 7′ di recupero e scatena la festa al Maradona. Finisce così: gli azzurri vincono, ancora una volta.

 


LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui


Torna alla Home
googlenews
facebook

ALTRE NOTIZIE SUL NAPOLI

Prossima Partita

Classifica

ULTIME NOTIZIE

Ultime Notizie