Due imprenditori italiani trovati morti in un albergo di New York

Due imprenditori italiani, originari di Rovigo, sono stati trovati morti in un albergo a New York, negli Stati Uniti. Lo ha confermato il consolato italiano ai Carabinieri del capoluogo di provincia veneto, chiedendo di avvertire le famiglie. Al momento non e’ ancora stata resa nota la causa della morte. Secondo quanto si apprende, sulla vicenda […]

google news

Due imprenditori italiani, originari di Rovigo, sono stati trovati morti in un albergo a New York, negli Stati Uniti.

Lo ha confermato il consolato italiano ai Carabinieri del capoluogo di provincia veneto, chiedendo di avvertire le famiglie. Al momento non e’ ancora stata resa nota la causa della morte. Secondo quanto si apprende, sulla vicenda sta indagando la polizia di New York.

I due erano soci in affari, nel settore dell’arredamento. La scoperta dei due corpi sarebbe avvenuta mercoledi’ mattina, ma sarebbe arrivata in Italia solo oggi, tramite il Consolato italiano nella metropoli statunitense.

Il piu’ giovane, Luca Nogaris, 38enne, era un artigiano, mentre Alessio Picelli, 48 anni, era un arredatore d”interni. Sarebbero stati a New York per motivi di lavoro. La polizia newyorkese non seguirebbe come pista principale quella di una morte violenta.

google news

La Newsletter di Cronache

Ogni giorno nella tua mail le ultime notizie

Leggi anche

Napoli, litiga con la compagna e minaccia il suicidio: salvato da un carabiniere

Napoli. Litiga con la compagna e minaccia il suicidio: salvato da un carabiniere dopo una lunga telefonata. È accaduto a Napoli dove un uomo, scomparso...

Covid in Campania, 2.388 nuovi positivi e tre decessi

I nuovi positivi sono 15.174. In terapia intensiva occupati 10 posti letto

A Napoli mazzette da un imprenditore: ai domiciliari 2 vigili urbani

I due agenti della polizia locale ai domiciliari con l'imprenditore che aveva realizzato lavori abusivi non segnalati

Controlli nella “movida” di Napoli: multe e denunce

Continuano i controlli da parte delle forze dell'ordine nella movida di Napoli: identificate ieri 56 persone

IN PRIMO PIANO

Pubblicita