rientra in Italia dalla per avere Reddito di cittadinanza: arrestato dalla della Questura di Trieste per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e associazione a delinquere

Era rientrato in Italia dalla Svizzera per poter ottenere il reddito di cittadinanza, ma è stato arrestato dagli agenti della della Questura di Trieste per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e associazione a delinquere aggravata dal fatto che faceva parte di un gruppo criminale che operava in più Stati.

Si di lui – 40enne cittadino iracheno – pendeva dallo scorso febbraio un ordine di carcerazione emesso dal Pm Massimo De Bortoli della Direzione Distrettuale Antimafia e Antiterrorismo di Trieste.

LEGGI ANCHE  La Novartis: 'Potremmo produrre i vaccini a Torre Annunziata'

Il suo arrestato – si legge in una nota – è l’epilogo di una vasta operazione di polizia giudiziaria che ha consentito di individuare una nutrita cellula triestina che aveva favorito il transito di clandestini provenienti dall’area del Kurdistan e diretti in varie parti d’Europa, anche attraverso il procacciamento di documenti d’identità falsi e dietro versamento di ingenti somme di denaro.

Nel corso dell’indagine sono state effettuate 9 ordinanze di custodia cautelare in carcere, di cui due estese in ambito europeo e 9 misure di custodia agli domiciliari nei confronti di cittadini iracheni di etnia curda, nonché svariate perquisizioni a carico dei soggetti indagati.