Giovedì 25 novembre, alle 18.00, nella suggestiva cornice dell’Istituto di Cultura Meridionale a Napoli, Gennaro Famiglietti, console onorario di Bulgaria e presidente dell’Istituto, Mia Filippone, vice sindaco del Comune di Napoli, Lucia Fortini, assessore all’Istruzione della Regione Campania, e Gianluca Guida, direttore dell’Istituto Penale
Minorile di Nisida, presentano il libro “” di (Graus Edizioni).

L’incontro, arricchito dagli interventi musicali del maestro violinista Ciro Formisano, sarà condotto dal giornalista Ciro Cacciola. L’ingresso è libero (fino ad esaurimento posti). Green pass obbligatorio.

ADS

Il silenzio dei ragazzi: il filo conduttore di questi racconti, in cui si intrecciano profili emotivi singolari, unici, che trovano la forza di reagire alle ansie della vita, liberandosi dalle proprie paure. Le storie raccontate offrono spaccati di realtà quotidiane, e sottolineano il piacere e la sicurezza che trasmettono i luoghi d’origine, ma anche i limiti legati a vite di sacrifici, che diventano pesanti zavorre. Da qui nasce il desiderio di evadere, di ascoltare le voci della natura che stimola l’immaginazione.

LEGGI ANCHE  Trianon Viviani, Andrea Sannino è 'Carosone, l’americano di Napoli'

Così, ad esempio, Gianni impara a prendersi cura degli altri e quindi anche di se stesso, Mimmo assaggia il sapore della speranza attraverso il fascino della musica, Fatima incarna la nostalgia per le proprie origini e l’importanza della cultura che rende liberi, Sibilla esprime il vuoto interiore che lacera dopo una scomparsa. Tutti i personaggi sono particolari: attraverso le emozioni riescono ad andare oltre ciò che gli è concesso.

racconta l’importanza del sogno, della speranza in qualcosa di nuovo che possa far dimenticare la sofferenza. è la voce degli adolescenti attraverso le parole di Angela.



Ho lavorato per oltre 15 anni nel mondo del teatro e dello spettacolo in generale e ho avuto esperienze molto lunghe in qualità di amministratrice e coordinatrice di compagnia in spettacoli complessi, con numerosi attori e personale. Ho curato, sempre nell’ambito delle compagnie teatrali e anche nell’ambito più generale dell’organizzazione di eventi, sia i rapporti con Enti e soggetti terzi sia quelli con la stampa e il mondo dei mass media, avendo gestito più volte in piena autonomia l’ufficio stampa in occasione di spettacoli, rassegne, mostre ed eventi

Codici: doveroso fare chiarezza sulla morte del 68enne ricoverato all’ospedale di Caserta

Notizia precedente

Napoli, droga dal Sud America: scacco al gruppo di salita Capodimonte

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..