Napoli, la signora di Materdei potrà incassare il gratta e vinci da 500mila euro

SULLO STESSO ARGOMENTO

Napoli. E’ arrivata in tempi record la notizia positiva che l’anziana di 80 anni della zona di Materdei aspettava: l’Agenzie delle Dogane ha dato l’ok al pagamento dei 500mila euro del biglietto vincente del Gratta e Vinci che le era stato rubato dal tabaccaio Gaetano Scutellaro.

Dopo il dissequestro disposto dalla procura di Napoli, il direttore generale dell‘agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli ha incaricato immediatamente il dirigente dell’Ufficio Giochi numerici e Lotterie, Stefano Saracchi, di recarsi nella caserma dei Carabinieri di Latina per acquisire formalmente il tagliando all’amministrazione e contestualmente autorizzare il concessionario Lotterie Nazionali Srl, all’avvio delle procedure per il pagamento del premio.

La procura, infatti, ha ribadito che ‘‘le indagini non lasciano dubbi in ordine alla riconducibilità di quanto in sequestro alla persona offesa”, pertanto la signora che aveva acquistato il biglietto potrà incassare quanto le spetta. Il direttore Minenna ha espresso ”viva soddisfazione” per l’evoluzione positiva della vicenda.

    ”La collaborazione istituzionale – ha ribadito Minenna – tra L’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli, i Carabinieri, e l’autorità giudiziaria nonché il concessionario Lotterie Nazionali Srl, ha prodotto un risultato eccellente e sono particolarmente felice per la signora napoletana, acquirente del biglietto, che in questi giorni è entrata nel cuore di tutti noi”.

    TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Napoli, il gip convalida il fermo del tabaccaio ma solo per furto

    Gaetano Scutellaro rimane in carcere: è accusato del furto del biglietto. Nel corso dell’interrogatorio davanti al gip si era detto pentito per il gesto. Era stato fermato all’aeroporto di Roma dove si stava imbarcando su un aereo diretto alle Canarie.

    TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Napoli, il tabaccaio: “Sono pentito, chiedo scusa”






    LEGGI ANCHE

    Clan Vanella Grassi: morto in carcere il boss Vincenzo Esposito, detto ‘o Porsche

    Vincenzo Esposito, noto come ‘o Porsche, boss della Vanella Grassi, è morto in carcere a Parma, dove era detenuto da tempo. Secondo fonti investigative,...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE