Napoli. E’ un primo maggio triste per i napoletani e di tutta Italia per l’improvvisa morte a 37 anni di uno dei leader fondatori del sindacato di categoria.

Alla famiglia, agli amici, al sindacato stanno arrivando in queste ore i messaggi  di cordoglio di migliaia di colleghi da tutta Italia. “Non un passo indietro, neanche per la rincorsa” amava dire Antonio per le sue battaglie sindacali a difesa dei .

In una nota congiunta le segreterie di Cgil e Nidil Cgil della Campania e di Napoli hanno espresso il proprio cordoglio per la sua scomparsa.

“Questa è la notizia che non avremmo mai voluto dare. , combattente, è morto. Lui che aveva scelto di lottare per i diritti dei compagni. Lui che insieme al sindacato ai , a Napoli, aveva dato una casa. Addio guerriero. Facevi un lavoro difficile e lo facevi con orgoglio. Senza di te sarà un Primo maggio più triste”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: 1 maggio: a Napoli potenziati controlli e trasporto pubblico

“Abbiamo vissuto mesi intensissimi, se è nata #casarider lo è solo perché tu ne sei stato tra i più convinti animatori e sostenitori. Oggi lasci un vuoto incolmabile.
Non un passo indietro, come ci dicevi sempre. Andremo avanti nel tuo nome
Antonio, che la terra ti sia lieve

“È con profondo dolore e tristezza che abbiamo appreso della scomparsa del compagno , componente del direttivo della . Antonio – spiegano dal sindacato – era un rider. Con il lavoro e la sua passione, ha contribuito in maniera importante a svelare lo sfruttamento dei lavoratori e delle lavoratrici governati da un freddo algoritmo”.

“Ci mancherà Antonio, come compagno e come uomo, la sua allegria e il suo entusiasmo, la sua fragorosa risata, la sua sensibilità e la sua gentilezza, il suo coraggio, la sua onestà e la sua determinazione. È anche nel suo nome che continueremo a lottare”. “Alla sua famiglia, alla sua compagna e a tutti coloro che gli hanno voluto bene vanno le nostre condoglianze e la nostra sincera vicinanza – concludono i suoi amici al sindacato – “Un passo indietro neanche per la rincorsa”. Ciao Antonio, che la terra ti sia lieve”



Cronache Tv



Ti potrebbe interessare..