Un asset finanziario, perché di questo si sta parlando dato che lo strumento è diventato un qualcosa in più di ciò per il quale era nato, quindi un metodo di pagamento, ed oggi viene visto alla stregua di un bene rifugio per mettere al riparo i propri soldi dall’inflazione. Chi l’avrebbe detto mai che il Bitcoin sarebbe diventato così.
Nata nel 2009 per essere appannaggio esclusivo di una ristretta cerchia di cervelloni, oggi ampiamente sdoganata e popolare, la moneta virtuale rappresenta una soluzione di investimento oltre che uno strumento sul quale stanno iniziando a puntare anche soggetti istituzionali, banche e governi centrali.
Che poi il vantaggio del Bitcoin, uno degli aspetti che lo aveva reso interessante agli occhi dei consumatori, così come d’altra parte tutte le altre criptovalute, era stato sempre quello di sfuggire ad ogni logica di potere e controllo dall’alto.

Da moneta ad asset per investire e scommettere

Oggi i grandi player si sono resi conto che non si può più ignorare questo asset ed agiscono di conseguenza. Da moneta ad asset per investire e scommettere: una acrobazia multipla quella che ha compiuto il Bitcoin. E c’è chi lo approccia tramite altre strade, dall’investimento con il trading online passando alle scommesse su Bitcoin: sempre più si stanno diffondendo in rete operatori e bookmakers che consentono di essere pagati in criptovaluta, in questo caso quindi tramite Bitcoin, per ricevere poi in cambio, nel caso di eventuale vincita, soldi reali.
Quali sono i vantaggi di questo approccio? La possibilità di depositare somme di denaro di vari importi senza dover necessariamente rilasciare informazioni dettagliate relative ai propri dati, status, indirizzo o altro. Perché il grande vantaggio delle criptovalute è quello di consentire transazioni criptate.

La valutazione del Bitcoin

Oggi la quotazione del Bitcoin ha raggiunto vette inimmaginabili fino a qualche tempo fa: se in passato per acquistarlo erano sufficienti pochi euro, oggi la principale moneta virtuale ha sfondato il muro dei 50 mila dollari di quotazione diventando, come si diceva, uno degli strumenti finanziari maggiormente appetibili sul mercato.
Ci sarà da capire se potrà andare avanti a lungo su questa strada o se, come alcuni paventano, si possa assistere allo scoppio di una bolla speculativa. Nel frattempo il Btc continua a generare record in sequenza proponendo la candidatura, sua e di tutte le altre monete digitali, a valuta più utilizzata nel prossimo futuro.

 

 

Nessun tag trovato per questo articolo.

Cronache Tv



Ultimi Video dai TG

Ti potrebbe interessare..