Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Coronavirus

Coronavirus: è morta Luisa Mandelli, moglie e musa ispiratrice di Guido Crepax

Pubblicità'

Pubblicato

il

luisa mandelli,crepax,fumetto


Pubblicità'

Luisa Mandelli, moglie e musa ispiratrice di Crepax, colpita da Covid 19, è morta al Pliclinico di Milano domenica primo novembre. Avrebbe compiuto 83 anni a Natale; per i figli: “La mamma era il nostro punto di riferimento mentre papà era un perfetto compagno di giochi”

 

 

E’ morta al Policlinico di Milano Luisa Mandelli, moglie di Guido Crepax creatore di Valentina.

Nata il 25 dicembre del’37 a Trieste, avrebbe compiuto 83 anni il prossimo Natale. Di recente era stata colpita da Covid 19 e ricoverata al Policlinico con una grave polmonite interstiziale. Lascia i tre figli Antonio, Caterina e Giacomo che dalla morte del padre (2003) ne hanno raccolto l’eredità culturale e come Archivio Crepax tutelano e ripropongono il ricco patrimonio di immagini e contenuti frutto del lavoro del celebre fumettista milanese. “La mamma è sempre stata il nostro punto di riferimento nella vita di tutti i giorni” ricordano Antonio, Caterina e Giacomo, “molto presente negli studi come nei problemi personali, mentre papà era una fonte inesauribile d’ispirazione e un perfetto compagno di giochi”.

Per anni Luisa aveva lavorato dietro alle quinte contribuendo al successo del marito.
Era una Valentina in carne e ossa con i capelli tagliati a caschetto dal parrucchiere Vergottini. Al contrario della protagonista del noto fumetto, la donna che aveva ispirato Guido Crepax era timida e riservata, aveva preferito vivere nell’ombra del successo di Valentina, pur collaborando attivamente con Crepax nel processo creativo delle sue storie.

Ad esempio, creando la lingua dei misteriosi Sotterranei antagonisti di Valentina, grazie ai suoi studi di Letteratura germanica. Musa privata dell’autore, aveva accettato di incarnare il suo famoso personaggio regalandole la data di nascita, gli abiti e lo sguardo penetrante. Anche i suoi sogni le erano stati amorevolmente rubati dal momento che Crepax li rielaborava nelle sue storie che, come da copione, si generavano interamente nella vita quotidiana che essi hanno condotto per oltre 40 nella loro casa di Via De Amicis.

Potrebbe interessarti anche: https://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/libri/2020/01/28/valentina-di-crepax-nudita-e-rivoluzione_05861cda-29b3-428d-8726-cfd933c79403.html

Continua a leggere
Pubblicità

Coronavirus

Altre 3 vittime covid a Torre del Greco: sono 24 dalla seconda ondata della pandemia

Pubblicato

il

vittime covid Torre del Greco
foto di repertorio

Tre vittime da covid a Torre del Greco nelle ultime 48 ore. complessivamente nella seconda ondata della pandemia i decessi sono saliti a 24.

A perdere la vita il noto commerciante di mobili Pasquale Polese di 66 anni, dell’artigiano del corallo Ciro Di Donna di  58 anni e di un uomo anziano di 85 anni. Sono invece novantotto le guarigioni registrate nella giornata sola giornata di ieri. Comunicati anche 40 nuovi casi di positività al COVID-19, in isolamento domiciliare. Infine anche il passaggio di 1 soggetto positivo dall’isolamento domiciliare al regime ospedaliero.

“Continua, così, a mutare il bilancio – si legge nel comunicato- della​ duecentosessantaduesima giornata consecutiva di attività del ​ C.O.C.:​
Totale ospedalizzati:​ 25;
Totale in isolamento domiciliare:​ 670;
Totale guariti dal COVID 1322;
Totale decessi:​ 45;
Totale tamponi giornalieri: 348, i cui esiti saranno comunicati nei prossimi giorni.
“Esprimo massima vicinanza – le parole del sindaco, Giovanni Palomba – alle famiglie dei nostri concittadini scomparsi. Il mio sincero cordoglio, unito a quello dell’intera Amministrazione comunale, va ai parenti tutti”.
Istituito, inoltre, dall’ ASL, un ulteriore numero verde al quale è possibile rivolgersi – tutti i giorni – dalle ore 8.00 alle ore 20.00: 800936630.
Il C.O.C. precisa, altresì – ai fini di una più agevole ed immediata comunicazione con i cittadini – che coloro ai quali è stato praticato il tampone e che restano, al momento, in attesa di conoscerne l’esito possono – nel pieno rispetto e tutela della privacy – rivolgersi al numero telefonico 0818830736
reperibile tutti i giorni dal Lunedì al Venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 13.30 e dalle ore 14.00 alle ore 15.45.
Predisposto anche un secondo numero di linea: 0818497030 reperibile nei medesimi giorni ed orari.
Si segnala – anche – che con nota prot. n. 2882 del 12.11.2020 da parte dell’Unità di Crisi della Regione Campania è stato disposto che per poter effettuare il tampone molecolare, ovvero, per la ricerca di SARS-CoV-2 presso un laboratorio privato è necessaria la prescrizione medica su cosiddetta “ricetta bianca” con l’indicazione dell’effettuazione della prestazione.
Ciò si rende necessario al fine di garantire una maggiore appropriatezza dei percorsi di Sanità Pubblica.

Pubblicità'

Le Notizie più lette