Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Cronaca Napoli

A Napoli scoperta ‘sala slot’ abusiva grazie a Youpol

Pubblicità'

Pubblicato

il

Napoli,sala slot abusiva


Pubblicità'

A Napoli scoperta “sala slot” abusiva grazie a Youpol. Titolare e avventori denunciati.

Ieri sera gli agenti del Commissariato Vicaria-Mercato sono intervenuti in via Martiri d’Otranto dove un cittadino, tramite  l’app YouPol, aveva segnalato la  presenza di una sala da gioco abusiva.
Nel locale  i poliziotti hanno trovato 11 apparecchi  tipo “videopoker” abusivi e non collegati alla rete e 220 euro, provento dell’illecita attività.

Il titolare, un napoletano di 72 anni, è stato denunciato per esercizio di gioco d’azzardo, ricettazione e per il fatto che il locale era sprovvisto della tabella dei giochi proibiti; inoltre, cinque avventori, napoletani tra i 49 e i 70 anni, che si trovavano all’interno del locale, sono stati sanzionati per partecipazione a gioco d’azzardo.
Tutti, infine, sono stati sanzionati per inottemperanza alle misure anti-Covid-19.

Continua a leggere
Pubblicità

Caserta e Provincia

Napoli, chiede soldi in cambio di superamento esame: sospeso docente universitario

Pubblicato

il

Napoli soldi esame universitario
foto di repertorio

Napoli, chiede soldi in cambio di superamento esame: sospeso docente universitario

Soldi in cambio del superamento di un esame universitario, con tanto di volto più alto, e dell’anticipo della seduta di laurea. Con l’accusa di “tentata induzione indebita a dare o promettere utilità” i carabinieri del gruppo di Aversa stamani hanno eseguito una misura interdittiva della sospensione dell’esercizio di un pubblico ufficio, nei confronti di un 67enne, docente ordinario dell’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli.

Le indagini, coordinate dalla Procura di Napoli Nord, supportate dalle intercettazioni telefoniche e riscontrate anche da elementi forniti da persone informate sui fatti, hanno consentito di ricostruire un grave quadro indiziario nei confronti dell’indagato. Secondo l’ipotesi accusatoria, avvalorata dal giudice per le indagini preliminari, il professore, abusando della propria posizione, intraprendeva autonomamente una trattativa con uno studente universitario, nonostante non gli fossero state avanzate richieste da parte di quest’ultimo. In particolare, prospettando allo studente la possibilità di poter anticipare la propria seduta di laurea rispetto ad altri suoi colleghi e assicurandogli anche il superamento dell’esame che avrebbe dovuto sostenere con lui con un voto più alto, il docente cercava di indurre lo studente a promettergli, quale corrispettivo, somme di denaro.

Dopo aver in più occasioni reiterato le proprie richieste, il professore, intuite anche le resistenze dello studente, riferiva, falsamente, a questi che non aveva superato l’esame appena sostenuto, nel tentativo estremo di indurlo ad accettare. Ottenuto l’ennesimo rifiuto, il docente attestava, infine, il superamento dell’esame da parte dello studente che provvedeva, invece, a denunciare l’intera vicenda ai carabinieri.

Pubblicità'

Le Notizie più lette