Seguici sui Social

Attualità

Il ‘dottore’ è positivo al Covid: Valentino Rossi salterà la gara di motogp ad Aragon

PUBBLICITA

Pubblicato

il



“Sono triste e arrabbiato perchè ho fatto del mio meglio per rispettare il protocollo e nonostante il test negativo fatto martedì mi sono isolato dal mio arrivo da Le Mans. Ma le cose stanno così e non posso far nulla per cambiarle”. Così Valentino Rossi ha commentato la notizia della sua positività al Covid, in un post sul suo account Instagram. “Purtroppo questa mattina non mi sentivo bene, ossa doloranti e leggera febbre. Il medico mi ha testato due volte e il secondo test, il cui risultato mi è stato inviato alle 16, è stato purtroppo positivo”.  “Comunque è così, e non posso fare nulla per cambiare l situazione. Ora seguirò il consiglio medico, e spero solo di guarire al più presto”, conclude Rossi nel suo post. 

LEGGI ANCHE  Acli di Napoli, M’Barka Ben Taleb e Gino Giammarino per un Natale solidale

Il team Yamaha, in un comunicato, ha anunciato che il pilota non parteciperà alla gara di Aragon in Spagna di domenica prossima. “Una brutta notizia per lui, una pessima notizia per il team Yamaha MotoGP e per tutti i fan della MotoGP nel mondo. Speriamo innanzitutto che non soffra troppo nei prossimi giorni e che si riprenda completamente nel più breve tempo possibile”. Questa la reazione di Lin Jarvis, direttore di Yamaha Racing, dopo aver appreso della positività al Covid-19 di Valentino Rossi. “Questi incidenti ci ricordano che non importa quanto si stia attenti: il rischio è sempre presente” ha concluso Jarvis.


Continua a leggere
Pubblicità

Attualità

Avvistamenti Ufo : la Cia libera i suoi dossier sugli Ufo

Sono disponibili attraverso il sito The Black Vault migliaia di file ufficiali della Cia relativi agli avvistamenti Ufo

Pubblicato

il

I dossier della Cia relativi agli avvistamenti e segnalazioni di Ufo sono finalmente disponibili e consultabili da tutti attraverso il sito del progetto The Black Vault che da anni cerca di “liberare” questa documentazione

E infatti sono migliaia i files disponibili che documentano avvistamenti di Ufo, oggetti volanti non identificati, nel mondo dagli anni ’50 fino a oltre il Duemila.

E tutti possono consultarli  attraverso il sito The Black Vault che da anni cerca di far pubblicare all’agenzia America questi documenti .

I files contengono avvistamenti di “dischi volanti” in tutte le parti del mondo e sono tantissimi i casi segnalati, molti dei quali non verificati, che confermerebbero la “visita periodica” degli extraterrestri.

LEGGI ANCHE  Covid, 10872 nuovi casi e 415 morti in Italia ma indice al 12,3%

TI POTREBBE INTERESSARE Durante la pandemia sono aumentati gli avvistamenti “Ufo”

Questi documenti sono stati pubblicati perchè negli USA a fine dicembre nel decreto “Stimulus” è è stato inserito anche un capitolo con cui la commissione Intelligence del Senato ha chiesto a Pentagono e dipartimento della Difesa di stilare un rapporto sugli avvistamenti di Ufo. Il documento andrà redatto entro sei mesi. 

In ogni caso le 2.780 pagine di report appena pubblicati sono una enorme e importante vittoria per la libertà d’informazione nonchè un’importante archivio e documentazione alla ricostruzione storica degli avvistamenti ufo.

L’archivio è consultabile tramite questo link

Continua a leggere

Le Notizie più lette