Testate, insulti e minacce per gli operatori la postazione 118 del quartiere di Bagnoli a Napoli. E’ l’aggressione numero 14 del personale sanitario registrata dalla pagina Fb Nessuno tocchi Ippocrate. “Ieri sera siamo stati allertati alle ore 19.40 circa per un codice verde – raccontano le vittime nel post – epigastalgia da 2 giorni in via San Giacomo dei Capri; il paziente, in precedenza, era gia’ andato in pronto soccorso. Ci siamo recati sul posto e il paziente voleva un’iniezione. Spiegandogli che non possiamo somministrare farmaci in quanto siamo una postazione Indua, ci dice di voler andare in ospedale e la centrale ci da come destinazione il Loreto mare. Il paziente allora comincia a dare in escandescenze, dando calci e pugni contro il portellone dell’ambulanza, scende, afferra l’autista, gli da’ una testata e lo minaccia per andare al Cardarelli. Sale nel vano sanitario, si rifiuta di stendersi o sedersi e continua a minacciarci. Giunti in pronto soccorso, continua a offendere tutti perchè era già stato due giorni prima e non era contento del trattamento ricevuto e del tempo di attesa”

Sci, crac al crociato, Paris: ‘La mia stagione finisce qui’

Notizia Precedente

Prescrizione, ecco la nuova bozza di Bonafede: stop per i condannati

Prossima Notizia

Ti potrebbe interessare..