Nel luglio del 2019 si era data il via all’applicazione delle procedure di stabilizzazione per gli aventi diritto con la legge Madia, personale precario che possedeva un contratto Co.co.co, Co.co.pro e Partita Iva. Dopo varie vicissitudini anche concorsuali, rispetto alle fasi procedurali del concorso bandito a luglio, le procedure sono invece in questi giorni in via di espletamento, finalmente, e l’ASL potrà procedere alla stabilizzazione di circa 60 precari. Attraverso questo personale, come più volte è stato ribadito, sono stati mantenuti i Lea, i livelli essenziali di assistenza per oltre un decennio nel corso del quale non sono mai state effettuate assunzioni. Oggi, attraverso la delibera 63 del 16 gennaio 2020 emanata dall’Asl di Caserta, finalmente anche altro personale precario, quello che ha conseguito i tre anni alla data del bando, vale a dire al 31 dicembre 2019, con varie forme di profili professionali, medici, professionisti sanitari non medici, personale di comparto, si aggiunge alla stabilizzazione.

L’oroscopo di oggi: la giornata segno per segno

Notizia Precedente

Illeciti agroalimentari, Cerciello Renna: ‘Campania prima per controlli’

Prossima Notizia

Ti potrebbe interessare..

Altro Campania