Parte in salita l’operazione riscossa di Antonio Conte. La sosta per gli impegni delle nazionali ha presentato un conto salato al condottiero nerazzurro più che mai desideroso di riprendere la marcia dopo il ko contro la Juventus. Gli stop di Danilo D’Ambrosio e Alexis Sanchez però complicano maledettamente i piani del salentino. Il difensore ha rimediato una frattura al piede destro contro la Grecia, nel match che ha regalato all’Italia il pass per l’Europeo. Frattura della falange prossimale del quarto dito, per la precisione. Un problema che di certo gli farà saltare il Sassuolo, primo impegno alla ripresa del campionato e la cruciale sfida Champions League con il Borussia Dortmund. Altri esami in settimana faranno chiarezza sui possibili tempi di recupero: l’ipotesi più credibile parla di due settimane, l’ex Torino potrebbe rientrare con il Brescia. Ben più grave, purtroppo, si è rivelato il crac di Alexis Sanchez, che gradualmente stava inserendosi nei meccanismi contiani. Fatale per il 30enne cileno l’infortunio alla caviglia sinistra rimediato con la maglia della Roja, nell’amichevole contro la Colombia di sabato sera. L’ipotesi intervento chirurgico era nell’aria, oggi è diventata tristemente realtà: il club nerazzurro ha informato che l’attaccante si è recato questa mattina a Barcellona per un consulto con il professor Ramon Cugat e la visita ha confermato la diagnosi dello staff medico interista. Si è deciso pertanto di procedere con intervento chirurgico “di plastica dei tendini peronei”. Perfettamente riuscito. L’Inter non si sbilancia ovviamente sui tempi di recupero ma il cileno dovrebbe tornare a disposizione di Conte dopo Natale, tra circa tre mesi.La lunga assenza del Nino Maravilla rende quantomai corta la coperta nerazzurra in attacco, dove Lukaku e Lautaro Martinez partono da titolari e Politano, al momento, è l’unica alternativa per fare rifiatare la coppia. Ecco perché, esclusa subito l’ipotesi di ricorrere a qualche svincolato, Conte ha fermato la partenza del giovane Sebastiano Esposito verso il Brasile: il talentino delle giovanili avrebbe dovuto prendere parte alla spedizione azzurra per il Mondiale Under17. Invece, raggiunto l’accordo tra Inter e Figc, resterà a Milano e avrà a disposizione preziose chance per mettersi in mostra, come già accaduto in estate. Ma aldilà delle scorie fisiche, Conte dovrà essere bravissimo a lavorare sulla testa. L’obiettivo è evitare il contraccolpo psicologico dopo le due sconfitte consecutive, contro Barcellona e Juventus, impegni che comunque hanno visto i nerazzurri uscire a testa alta. Il calendario che aspetta i nerazzurri in campionato non è di quelli proibitivi: Sassuolo, con l’ex Stefano Sensi che rischia il forfait, Parma, Brescia, Bologna e Verona. A garantire sulla voglia di riscatto da parte della truppa ci pensa Cristiano Biraghi, reduce dall’esperienza in Nazionale con cui ha giocato nel match vinto sul Liechtenstein. “Se dopo il ko con la Juve ci sentiamo ridimensionati? Non è di certo una sconfitta a farci cambiare il nostro modo di pensare, di lavorare e la mentalità che ci dà il mister”, ha spiegato in un’intervista a Sky Sport. “La sconfitta deve bruciare dentro e spingerci a migliorare partita dopo partita. Abbiamo una partita importantissima domenica ed è importante rientrare con la mentalità giusta. Cosa ci lascia Inter-Juve? Abbiamo iniziato questo percorso sapendo che iniziavamo un ciclo nuovo, consci di poter affrontare delle difficoltà, l’importante – ha spiegato – è avere la mentalità di migliorare sempre, partita dopo partita e allenamento dopo allenamento. Siamo carichi e c’è la voglia di riprendere subito il cammino tornando a vincere. Analizzeremo le cose che non hanno funzionato per cercare di crescere e migliorare”. “D’Ambrosio e Sanchez? Gli infortuni fanno parte della stagione, perdiamo due giocatori importanti, dispiace per loro. Speriamo che si riprendano al più presto, ma – ha sottolineato il difensore – siamo comunque tranquilli perché abbiamo altri giocatori che faranno bene al loro posto”.

La Redazione
Contenuti Sponsorizzati