Dopo le accuse contro il suo patron Robert Craft, coinvolto in un giro di prostituzione, i New England Patriots finiscono di nuovo sotto i riflettori per una causa contro il ricevitore Antonio Brown. Ad accusare il giocatore la sua ex trainer, che sostiene di essere stata violentata almeno tre volte. Brown, attraverso il suo avvocato, ha fatto sapere che si tratta di falsita’. “Il signor Brown – ha detto il legale – nega ogni accusa nella causa e fara’ ricorso ad ogni mezzo legale sia per chiarire il proprio nome sia per proteggere altri atleti professionali contro false accuse”. I Patriots, che hanno ingaggiato Brown proprio questa settimana, hanno detto che indagheranno sulla questione.

Renato Pagano
Contenuti Sponsorizzati