Egitto, auto lanciata contromano provoca un’esplosione: ci sono almeno 19 morti e 30 feriti

E’ di 19 morti e 30 feriti il primo drammatico bilancio di un’esplosione che si è verificata al Cairo in Egitto, all’ospedale che ospita l’Istituto nazionale per il cancro. A provocarlo, secondo quanto riferiscono i media locali, è stata un’automobile lanciata contromano ad alta velocità che nell’impatto con altre vetture ha scatenato le fiamme. Il portavoce del ministero della Salute Khaled Megahed ha spiegato che l’incendio ha interessato gran parte dell’ospedale e che “tre o quattro feriti sono in condizioni critiche nell’unità di terapia intensiva … con diverse ustioni”. I social network hanno pubblicato immagini di auto bruciate e di evacuati portati negli ospedali. Il procuratore generale ha ordinato un’indagine. Da una prima ricostruzione alle prime luci del mattino di oggi un’auto ha imboccato una via contromano lungo l’arteria stradale che costeggia il Fiume Nilo scontrandosi con altri tre veicoli che viaggiavano nella direzione opposta. La collisione ha provocato una devastante esplosione di fronte al National Cancer Institute (Nci) sulla al Manial Cornich al Nile. L’esplosione ha coinvolto altre 7 auto in sosta davanti all’istituto Nci. Il portavoce del ministero della Salute ha dichiarato che l’ospedale è stato evacuato e circa 42 ambulanze sono state inviate sul luogo della collisione. “Circa 34 pazienti sono stati trasferiti anche dall’Nci in altri ospedali a seguito dell’esplosione”, ha dichiarato il portavoce del ministero.
L’Egitto registra regolarmente gravi incidenti stradali e ferroviari a causa di un traffico disordinato, vecchi veicoli, strade e ferrovie mal mantenute e violazioni del traffico stradale scarsamente sorvegliate.Nel 2018 3000 persone sono morte in incidenti stradali nel Paese secondo i dati ufficiali.

Redazione
Contenuti Sponsorizzati