Caserta. Al via il processo bis per l’omicidio di Giovanni Piscitelli, sindaco di Cervino in provincia di Caserta ucciso 11 anni fa. Questa mattina è cominciato il processo in Corte di Assise di Appello a Napoli dell’efferato delitto. Sotto accusa l’unico imputato Pietro Esposito Acanfora, ingegnere e responsabile dell’ufficio tecnico del Comune di Cervino, dopo la sentenza di assoluzione in primo grado e il ricorso in appello delle parte civili. Undici anni fa, il 28 febbraio del 2008 Piscitelli, fu ritrovato morto a Cervino a qualche metro di distanza dalla propria vettura data alle fiamme. Era riuscito a scendere dal veicolo per tentare di porsi in salvo, ma le ustioni non gli diedero scampo. Questa mattina la difesa e l’accusa hanno presentato un lungo elenco di testi, alcuni già ascoltati in fase di indagine. Esposito Acanfora è assistito dagli avvocati Carlo De Stavola e Rocco Trombetti per le parte civili gli avvocati Renato Jappelli, Carlo Madonna, Giovanni De Raffaele Carfora e Giovanni De Lucia per il Comune di Cervino. La prossima udienza è stata fissata per il 20 giugno.

Caserta, la guardia di finanza sequestra due quintali di sigarette di contrabbando sull’A1

Notizia Precedente

Rischio plastica in spinacine e cotolette Aia, l’azienda ritira due lotti di prodotti dal mercato

Prossima Notizia

Ti potrebbe interessare..