Tonnellate di hashish dal Marocco, passando per la Spagna: coinvolta Nocera e Pagani, 20 arresti 5 al processo. L’hashish importato illegalmente era destinato alle regioni Nord-occidentali e della Campania: a tonnellate veniva trasportato attraverso i gommoni dal Marocco, poi attraverso i camion per il trasporto delle merci dalla Spagna. Durante le indagini gli investigatori hanno documentato diversi grossi transiti di droga. Il primo, una tonnellata, passata per lo stretto di Gibilterra la notte tra il 31 marzo e il 1° aprile 2018 era in parte ceduta nel milanese, la seconda (300 kg importata a maggio) e l’ultima di 370kg, parte dei quali è arrivata in Italia il 25 giugno 2018, nascosta all’interno di un tir carico di arance proveniente da Barcellona e sequestrata al mercato ortofrutticolo di Pagani dai carabinieri del reparto territoriale di Nocera Inferiore.

Il carico arrivò nel mese di giugno scorso, al mercato ortofrutticolo Nocera-Pagani. Il blitz dei carabinieri rientrava in un’indagine più ampia sui trafficanti al lavoro, su sponda iberica, per conto dei clan locali. I panetti di hashish erano occultati tra le casse di arance di provenienza e produzione nordafricana. Lo stupefacente arrivò dopo le 12, al mercato, con i carabinieri a bloccare un primo rimorchio e poi un’auto, con dentro alcuni dei coinvolti ad attenderlo. Uno dei cinque tentò anche la fuga, ma fu arrestato rapidamente. Aveva rovesciato la maglia che indossava, provando ad ingannare i militari. L’attività d’indagine vide l’ausilio anche delle unità cinofile dei carabinieri di Sarno. Durante i controlli e poi i sequestri, uno degli indagati fornì false generalità, mostrando un gran nervosismo durante la fase di identificazione. Per i cinque ora partirà il processo.

Gustavo Gentile

Superenalotto, nessun 6 ne 5+: il Jackpot sale a 132,9 milioni di euro

Notizia Precedente

Detenuto minaccia due volte il suicidio: salvato dagli agenti

Prossima Notizia

Ti potrebbe interessare..