“Potrei assumere 25 persone fra Napoli e Milano ma non le trovo” l’appello del titolare di Muu Muzzarella

Napoli. “Oggi potrei assumere subito 25 persone fra Napoli e Milano, e per diversi ruoli. Ma non le trovo! E per la paura di non trovare personale qualificato non espando subito, ulteriormente, l’attività”. L’appello è di Salvatore Maresca, giovane imprenditore napoletano che, dopo un’esperienza nella finanza, ha lanciato, insieme al socio Dario Moxedano (ex agente Fifa), il format Muu Muzzarella, nato 5 anni fa e sbarcato da poco a Milano (in via Raffaello Sanzio), con il quinto locale dopo i primi 3 store dedicati alla Bufala Dop sorti a Napoli sul lungomare di via Partenope, in zona Chiaja e al Vomero, oltre a un temporary summer store itinerante. “A Milano – racconta – mi mancano 4 persone, a Napoli 15, per completare l’organico, più fino a 7-8 stagionali. Ma non si trovano persone brave che vogliano fare questo lavoro e il settore oggi è sotto organico di almeno il 30-40%, fra camerieri, sous chef, personale di sala specializzato. Le abbiamo provate tutte, fra annunci, agenzie per il lavoro, alternanza scuola-lavoro. Da 100 cv in partenza, alla fine, arrivano solo in 2 al colloquio. E ai candidati che scegliamo facciamo formazione nel locale di via Partenope”. Il format, infatti, ha bisogno di personale specializzato, che sappia raccontare e interpretare il prodotto protagonista della sua tavola: la mozzarella di Bufala che ogni giorno arriva fresca dalla Campania in una produzione esclusiva per gli store del Gruppo Muu. “Una radice territoriale con una vocazione ‘glocal’ e un menu ‘pop democratico’, adatto a ogni tipo di cliente”, sottolinea Salvatore Maresca. E per il futuro, personale permettendo, ci sono nuovi progetti: “Abbiamo in mente – annuncia – eventi tematici, degustazioni, nuove aperture a Milano, e poi sbarcheremo a Roma”.

Redazione
Contenuti Sponsorizzati