Afragola, otto bombe in un mese, l’Antimafia segue la vicenda. Caso: ‘La città non è sola’

Otto ordigni in un mese esplosi ad Afragola. L’ultimo contro un autosalone: il boato ha provocato grande paura tra i residenti, danni ad auto ed all’impresa. “L’escalation di bombe che interessa da giorni Afragola ha raggiunto livelli di allarme preoccupanti, su cui non tardera’ ad arrivare la risposta dello Stato, che c’e’, non resta in silenzio e valuta le opportune misure”, e’ il commento del portavoce M5S Andrea Caso della commissione Antimafia che segue “con profondo sconcerto” quanto accade nella citta’ partenopea. “Gli abitanti di Afragola stanno vivendo ore drammatiche, – continua il parlamentare pentastellato – questi ordigni minano la quiete economica cittadina, minacciano l’incolumita’ pubblica e sono una sfida vera e propria che la criminalita’ organizzata lancia allo Stato, non lasceremo libero il campo di continuare con questi vili atti intimidatori, presto un vertice per fare il punto della situazione, intanto la Commissione Antimafia e’ informata e vigila sugli ultimi accadimenti”.

Contenuti Sponsorizzati