Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Caserta e Provincia

Morto in un incidente mentre era in vacanza a Baia Domizia, la moglie: ‘Chi ha visto parli, per piacere’

Pubblicato

in




, titolare della scuola dell’infanzia paritaria della frazione di Messercola di Cervino in provincia di Caserta, nonostante il dolore forte per la morte improvvisa di suo marito vuole far luce sulla sua morte: “Vi chiedo col cuore in mano se qualcuno ha visto bene cosa è davvero successo a mio marito”. , da tutti chiamato Mimmo o Monacone, è deceduto in sella al suo , dieci giorni fa, lungo a .
Cinzia, insieme ai figli Marina, Assunta e S. di 20, 19 e 15 anni, non trova pace: vuole sapere cosa sia davvero accaduto al quarantanovenne, sul colpo su una strada trafficata specialmente nel periodo estivo. Ieri mattina Cinzia ha scritto un lungo post sul suo profilo Facebook invitando quanti hanno visto l’incidente, a raccontare la verità: “Mio marito alle 1.40 – scrive – si trovava al Parco svedese. Noi avevamo affittato casa dal 1 agosto nella traversa di fronte il lido Fisherman. Mio marito è passato davanti casa nostra e noi pensiamo che non abbia girato per tornare perché c’era stato qualche impedimento. Scappava da qualcuno ed è andato dritto. Mimmo è un motociclista esperto, prudente e non correva mai, come qualcuno ha detto e se correva aveva qualche ragione. Tutto questo non è una giustifica, ma è la verità. l’abbiamo percorsa mille volte e Mimmo la conosceva bene. Lui è stato un grande frequentatore di , avendo lamici che hanno la casa di proprietà. Se qualcuno ci può aiutare, o se c’è qualche abitazione nei pressi della strada del lido Fisherman che è munita di telecamere vi prego di avvisarci. Tutto questo solo per capire perché è un pensiero logorante. Grazie a chi è stato vicino a Mimmo in quel momento.” Sul caso stanno lavorando gli agenti della polizia stradale di Caserta. Secondo il racconto di qualche testimone il corpo di Mimmo, dopo l’impatto con il muretto di cinta nella curva di è sbalzato di circa un paio di centinaia di metri e all’arrivo dei primi soccorsi era già .

Pubblicità

Caserta e Provincia

Cade una lapide nel cimitero di Castel Volturno: scoperte salme ammassate illegalmente

E’ accaduto a Castel Volturno, nel vecchio cimitero del centro storico

Pubblicato

in

Precipita una lapide al suolo e si scoprono movimentazioni di cadavere non autorizzate.

E’ accaduto a Castel Volturno, nel vecchio cimitero del centro storico in via San Rocco, dove la caduta del marmo decorativo della lapide di un castellano appartenente ad una storica famiglia del luogo ha portato alla luce oscure illiceità.

La tomba era infatti sprovvista della parte in muratura così come della bara ed i resti del cadavere erano avvolti in un lenzuolo. I visitatori esterrefatti hanno allertato gli agenti della polizia municipale castellana. Secondo i primi riscontri la parte in muratura indispensabile nel procedimento di sepoltura era stata rimossa di recente rispetto all’avanzato stato di decomposizione del cadavere.

Al vaglio della polizia locale tutte le operazioni di sepoltura e di ex-tumulazione effettuate dai responsabili ed operatori all’interno del vecchio cimitero castellano risalenti agli anni precedenti giacché la pista più plausibile è che ci sia stata una movimentazione di salme non autorizzata. Il loculo del malcapitato castellano grazie al quale è avvenuta la torbida scoperta, è stato riparato ad opera dell’ufficio manutenzione del Comune di Castel Volturno.

Continua a leggere

Le Notizie più lette