Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Rubriche

Una notte al borgo: due giorni di festa al Borgo Sant’Antonio di Sant’Anastasia

Pubblicato

in



Il 9 e il 10 giugno, al Borgo Sant’Antonio a Sant’Anastasia, prenderà il via la prima edizione della manifestazione “: itinerari di gusto e tradizione”, evento patrocinato dal Comune di Sant’Anastasia e organizzato dall’associazione socio-culturale Love For Sant’Anastasia. L’obiettivo degli organizzatori è stato unico è chiaro sin dalle prime fasi di sviluppo del progetto: promuovere le eccellenze del territorio anastasiano e dei comuni limitrofi mediante la riproposizione di tradizioni popolari, prodotti tipici, e forte senso comune di appartenenza alle radici del proprio territorio. Questi elementi, infatti, rappresenteranno il giusto collante per la realizzazione di una due giorni che metterà insieme aspetti culturali, sociali, economici e territoriali. Durante la manifestazione ci sarà la possibilità di visitare allestimenti tematici e postazioni installate negli storici e caratteristici portoni del Borgo Sant’Antonio, permettendo, inoltre, ai visitatori di gustare i prodotti di madre terra sapientemente innaffiati da vini locali. “Una notte al Borgo è stata ideata per dare l’opportunità di proporre prodotti tipici locali in una cornice suggestiva come il Borgo Sant’Antonio con stand degustativi e ascoltando musica popolare” spiega il Presidente dell’Associazione Love For Sant’Anastasia Mimmo De Simone che aggiunge: “In questa prima edizione della manifestazione abbiamo lavorato tanto io e i miei collaboratori per portare a termine un progetto culturale per Sant’Anastasia e comuni circostanti, in primo luogo per ridare valore ai nostri prodotti ed al lavoro di bravi artigiani, che dagli stand potranno esporre le loro opere in una due giorni arricchita anche da tanta buona musica popolare. Per questo segnaliamo la partecipazione dei Bottari di Macerata Campania e di Angelo Iannelli con la Paranza e l’Associazione Vesuvius che allieteranno con la loro musica le due serate ai cittadini che parteciperanno alla manifestazione”. L’evento vedrà infatti la partecipazione di aziende agricole che presenteranno i prodotti tipici cogliendo l’opportunità per valorizzare le eccellenze agro alimentari del territorio. Ulteriori postazioni saranno dedicate alle eccellenze dello attrezzate con cucina mobile per preparare e servire all’istante il meglio del cibo mordi e fuggi. Commenti positivi anche da parte del sindaco di Sant’Anastasia Lello Abete per un’iniziativa fortemente voluta dalla sua Giunta e in particolar modo dall’assessorato alla Cultura di Carmen Aprea: “Siamo felici quando sul nostro territorio si realizzano manifestazioni di questo tipo con l’apporto delle associazioni che noi appoggiamo sempre quando si tratta di cultura e interesse per i cittadini. In questo periodo abbiamo proposto come amministrazione tante iniziative culturali che hanno registrato un grande successo di pubblico e di organizzazione. Siamo certi che anche ‘Una Notte al Borgo’ ci regalerà tanta soddisfazione perché quando si mettono in campo energie positive e volontà di realizzazione i risultati alla fine sono sempre egregi. Quando poi si propone di esportare cultura l’esito non può che essere soddisfacente”. Vasta sarà la scelta per i visitatori, e per tutti i gusti: si potranno gustare carni e formaggi alla brace, panini alla piastra, cuoppi di frittura sia di terra che di mare, pizze ed altre prelibatezze che delizieranno il palato dei presenti. “Una Notte al Borgo” sarà anche cultura e tradizione grazie ad una mostra mercato che permetterà di ammirare i lavori dell’artigianato e del lavoro manuale di valenti hobbisti ed artigiani. Le due giornate della manifestazione saranno rallegrate con e canti popolari. Insomma, un evento da non perdere!

Continua a leggere
Pubblicità

Arte e Musei

Rebirth, un progetto verso la rinascita… a colori. Il video

Pubblicato

in

Rebirth arte colori

L’arte colora la vita di ognuno di noi, ci fa riflettere, ci fa sorridere, ci fa piangere; amplifica le nostre emozioni e le nostre sensazioni, ci fa guardare la vita da molteplici punti di vista. Il progetto “REBIRTH” scaturisce dalla volontà di sensibilizzare le persone sull’importanza dell’arte e della cultura nella vita di ogni individuo.

 

 

 

Durante la pandemia il mondo della Cultura è stato lasciato in oblio. L’arte, che nella vita di ogni giorno ha un ruolo fondamentale, in questo momento storico delicatissimo è stata eclissata, poco considerata, nonostante sia stata l’unica capace di farci sognare ancora nei terribili momenti di sconforto causati dal Covid-19 e dal lockdown. Dunque, proprio riflettendo su queste considerazioni, è nata l’idea di realizzare un videoclip che potesse esprimere lo stato d’animo di tutti gli appartenenti al mondo della Cultura o di tutti coloro che se ne cibano quotidianamente.

Per poter comunicare al meglio questo concetto è stato deciso di coinvolgere diverse realtà dinamiche del territorio regionale (L’Associazione Culturale “Gèranos Orchestra” di Eboli diretta da Luca Calzolaro; l’Associazione Culturale “Abracadanza” di Battipaglia diretta da Stefania Ciancio; l’A.s.d. “Centro Danza Donatella Zappullo” di Castel S. Giorgio diretta da Donatella Zappullo; l’A.s.d. “Centro Studi Arte Danza” di Bellizzi diretta da Alessia Siano; l’A.s.d. “Espressione Danza” di Torchiara diretta da Rossella Giaimo) e il danzatore professionista Luigi Pagano come interprete principale dello storyboard.

Il filo conduttore del “Rebirth” è il nesso tra arte, cultura, colori e vita. Infatti, dal video si evince che quest’ultima, solo con la contaminazione dell’arte, si colora e risplende di Cultura. Le riprese sono state realizzate all’interno di contesti storici/artistici/culturali che caratterizzano ogni singolo comune coinvolto (Eboli, Battipaglia, Bellizzi, Castel San Giorgio, Torchiara) per poter dare risalto alle bellezze che il nostro territorio offre.

Il videoclip è stato prodotto da “Gèranos Orchestra” e “Be Intelligent”, con la regia e coreografia di Luca Calzolaro, da un’idea di Rossella Giaimo e Noemi Manna. Le riprese e il montaggio del video sono state realizzate dal videomaker Francesco Petrone. La musica originale è “Slow down” di Anacleto Vitolo.

Il videoclip è stato patrocinato dai Comuni di Eboli, Battipaglia, Torchiara, Castel San Giorgio.
In attesa di una presentazione ufficiale, viste le nuove restrizioni per l’emergenza Covid-19, è possibile visualizzare il videoclip su YouTube e sulle pagine social ufficiali degli organizzatori.

 

Guarda il video:
https://www.youtube.com/watch?v=w-yKx8w99lQ

Continua a leggere

Le Notizie più lette