🔴 ULTIME NOTIZIE :

Archiviata anche l’ultima accusa all’ex re delle farmacie Nazario Matachione

Per il Tribunale di Torre Annunziata: "Non sono emersi elementi capaci di sostenere l'accusa in giudizio" nei confronti dell'imprenditore di Torre Del Greco che è tornato ad essere uomo di successo con la Polaris

nazario matachione

    Archiviata anche l’ultima accusa, quella di corruzione, per l’ex re delle farmacie, Nazario Matachione, finisce un incubo.

    Il giudice Antonello Anzalone del Tribunale di Torre Annunziata ha emesso la sentenza di archiviazione per Matachione e quindi anche per gli altri suoi 20 presunti complici. I medici che secondo le accuse-corroborate dalle dichiarazioni della ex moglie Maria Palomba, ricevevano regali dall’imprenditore di Torre del Greco  e assunzioni di loro congiunti presso un’azienda dello stesso imprenditore e in cambio mandavano i loro clienti ad acquistare presso le farmacie di Matachione i medicinali prescritti.

    “Non sono emersi elementi capaci di sostenere l’accusa in giudizio.Nonostante le indagini serrate le parole di Maria Palomba non hanno trovato riscontri sufficienti”. E ‘ questo il passaggio fondamentale dell’archiviazione ottenuto da Matachione grazie anche alla difesa degli avvocati Elio D’Aquino e Francesco Maria Morelli. Richiesta di archiviazione firmata anche dal pm Bianca Maria Colangelo.

    “Ora lo posso dire è finito un incubo durato 9 anni per cosa ? Per poi dire scusate ci siamo sbagliati ?”. Ha commentato così Nazario Matachione che già da qualche anno, e dopo aver ottenuto altre assoluzioni è tornato a nuova vita ed è di nuovo imprenditore farmaceutico di successo.

    “Oggi cosa è accaduto ? Avevo gridato ma nessuno mi ha voluto ascoltare. Ma va bene così l’importante che almeno è emersa la verità”. Ha spiegato ancora Matachione.

    “Un ringraziamento particolare –dice ancora Matachione– va prima ancora al mio amico avvocato Elio D’Aquino che mi ha sostenuto in tutte le mie vicende, ma in questa in particolare anche all’avvocato Francesco Maria Morelli, che in questa vicenda ha dato l’anima. Insomma, possono bloccarmi in una cella, mi possono togliere tutto, rubare le farmacie , ma non di certo la mia mente e la mia anima”.

    TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Caro bollette a Napoli, Manfredi:”Natale sobrio e piano risparmi”

    E poi conclude: “Alla fine devo dire grazie alla procura e al tribunale, che hanno voluto fare una archiviazione motivata e non una archiviazione per sopraggiunta archiviazione. Quindi alla fine la giustizia ha funzionato. Oggi questo Pm, alla mia maxi evasione il dottor Borriello, loro stessi hanno chiesto l’archiviazione ammettendo che non c’erano gli elementi per farmi quello che mi hanno fatto.

    Nazario Matachione

    A me interessa ora guardare avanti, pensare al futuro, ai miei 3 figli, che mi stanno dando tante soddisfazioni, al mio lavoro che sta avendo riconoscimenti internazionali, ho vinto uno dei premi più prestigiosi a livello internazionale per il progetto Flogap, sono stato premiato insieme ad Audì, Cisco, altri leader imprese del mondo. Come dice Bill Gates..’Il successo è un cattivo maestro. Seduce le persone intelligenti a pensare di non poter perdere’. Va bene celebrare il successo, ma è più importante prestare attenzione alle lezioni di fallimento”. 

    google news

    IN PRIMO PIANO

    Pubblicita

    Leggi anche

    Milan, Pioli adesso rischia: i bookie puntano sull’esonero

    Prima la sconfitta in Supercoppa contro l'Inter, poi le goleade subite contro Lazio e Sassuolo, hanno costretto Stefano Pioli, tecnico del Milan, a dire...

    Sant’Anastasia, sequestrati oltre 3 chili di droga: presi due pusher

    I carabinieri della stazione di Sant’Anastasia hanno arrestato per detenzione di droga a fini di spaccio Angelo C., 27enne di Terzigno già noto alle...

    Ischia, fratture al naso e alle costole per uno sguardo di troppo in discoteca: 8 denunciati

    I carabinieri della stazione di Ischia hanno denunciato per concorso in percosse e lesioni aggravate 8 persone tra i 20 e i 24 anni,...

    Agguato ad Alatri, Omar: “Volevano uccidere me per motivi razzisti”

    "Volevano uccidere me non Thomas. E' iniziato tutto per razzismo, questa è la verità". A dirlo è Omar, 20 anni destinatario degli spari che hanno...