google news

Due aggressioni a personale sanitario a Napoli e ad Acerra

Operatore sanitario aggredito a pugni all'ospedale del Mare mentre a villa dei Fiori di Acerra alcuni utenti hanno distrutto l'accettazione

    Due aggressioni a personale sanitario a Napoli e ad Acerra. A segnalarle è l’associazione ‘Nessuno tocchi Ippocrate’ su Facebook.

    Il primo caso è avvenuto all’Ospedale del Mare di Napoli dove due uomini hanno aggredito a pugni e gomitate un operatore socio sanitario che stava sottoponendo la loro madre a un tampone prima di farla accedere alle cure.

    L’altro episodio è avvenuto a Villa dei Fiori di Acerra, dove l’accettazione è stata distrutta da alcuni utenti. ”Non tolleriamo più di lavorare in trincea” afferma nel posto Manuel Ruggiero a nome di ‘Nessuno Tocchi Ippocrate’.

    All’Ospedale del Mare aggressione n.50 del 2022. Al Pronto Soccorso dell’Ospedale del Mare due uomini  arrivano urlando e richiedendo assistenza per la madre in preda ad una verosimile colica renale. Subito accorre il personale di accettazione Triage che prende in carico la paziente, la fa accomodare su sedia a rotelle e la conduce nel locale dedicato all’esecuzione del tampone rapido obbligatorio per accedere alla visita.

    I figli della signora reagiscono in malo modo, inveendo ed aggredendo verbalmente il personale perchè ritenevano ingiusto dover fare il tampone prima di accedere alle cure. Incuranti delle spiegazioni dei sanitari, colpiscono un operatore socio sanitario con pugni e gomitate. A quel punto si assicura la signora alla cura del personale di accettazione e si contattano le forze dell’ordine dopo insulti ed altre minacce varie.

    “Si intensificano i fenomeni di aggressioni al personale sanitario nel territorio della Asl Napoli 1, aumentano le aggressioni ospedaliere e diminuiscono quelle ai danni del 118, speriamo che il nuovo governo e l’opposizione facciano una proposta di legge che ci tuteli seriamente!”, scrive l’associazione Nessuno Tocchi Ippocrate su facebook.

    A Villa dei Fiori ad Acerra l’accettazione è stata distrutta senza motivi da alcuni utenti. Il dottor Manuel Ruggiero, presidente dell’associazione ha lasciato un sarcastico commento sui social: “Come disse il vicepresidente dell’ordine dei medici di Napoli Dott. Silvestro Scotti: “Napoli, per il personale sanitario , è come Raqqa. Non tolleriamo più di lavorare in trincea!”

    google news

    ULTIME NOTIZIE

    IN PRIMO PIANO

    Pubblicita

    CRONACHE TV