Il presidente della regione Campania, #VincenzoDeLuca spiega le motivazione dell’ordinanza sulla scuola






“Noi riteniamo di muoverci su un piano di piena legittimità. Siamo in una situazione di straordinaria e drammatica emergenza, che solo il Governo non vede”.

Lo ha dichiarato il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, in una intervista a La Repubblica, a proposito della sua ordinanza che prevede la per tre settimane nelle scuole medie e nelle elementari.

“La cosa davvero scandalosa è che il Governo non ha riunito il Comitato tecnico scientifico come chiesto da tutte le Regioni, per avere una base sanitaria oggettiva e autorevole su cui fondare le decisioni”, ha aggiunto De Luca.

E poi spiega: “La nostra ordinanza invece, è conseguente alle valutazioni della nostra Unità di crisi e di tutti i dirigenti sanitari, sul piano epidemiologico e vaccinale”.

“Consegniamo al Tar i dati oggettivi che motivano la gravità della situazione. Dobbiamo aspettare le tragedie per decidere misure di prevenzione minima, del tutto proporzionate e che non coinvolgono gli istituti superiori, con tassi di vaccinazione più elevati? Ho la sensazione che tra qualche giorno saremo tutti nella stessa condizione”, ha proseguito De Luca.

“So bene che nel governo c’è chi ostacola ogni misura netta, dopo aver strizzato l’occhio ai No Vax e contrastato perfino il Green Pass. Vedo un misto di ottusità burocratica e centralismo arrogante”, ha attaccato il governatore della Campania. “Per non parlare della presa in giro della multa da 100 euro”, ha detto.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: E’ emergenza: ecco perché in Campania scuole chiuse

“Bambini usati come ‘cavie’? Quando le misure che si prendono prescindono dalla realtà vera che c’è nei territori e negli ospedali; quando si continua sulla linea del ‘fare finta’, le conseguenze rischiano di pagarle i più piccoli”, ha concluso.


Golden Globe, delusione Sorrentino: vince “Il potere del cane”

Notizia precedente

Djokovic vince il ricorso ma l’Australia può ancora esplellerlo

Notizia Successiva



Ti potrebbe interessare..