“Il dipendente al quale si appresta a consegnare una lettera di licenziamento non è al momento in casa”.

È quanto scritto su un cartello affisso sulla porta di casa da un lavoratore del sito di Est e indirizzato all’ufficiale giudiziario incaricato di consegnare la raccomandata.

LEGGI ANCHE  Movida violenta a Caserta: esercenti contro l'ordinanza del sindaco
ADS

La comunicazione continua e l’ chiarisce che per la consegna a mano e di persona della lettera di licenziamento “mi troverà a chiedere l’elemosina” al santuario della Madonna dell’Arco la mattina e a quello della Madonna di Pompei il pomeriggio.



Collaboratore di lunga data di Cronache della Campania Da sempre attento osservatore della società e degli eventi. Segue la cronaca nera. Ha collaborato con diverse redazioni.

Napoli, sequestrati a Materdei 56 veicoli privi di RCA

Notizia precedente

Il Napoli recupera Osimhen, Fabian e Insigne: si sono allenati in gruppo

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..