Femminicidi, continua la mattanza: uccise a coltellate Sonia e Giusy

SULLO STESSO ARGOMENTO

Giuseppina e Sonia unite dallo stesso tragico destino: uccise dai mariti a coltellate.

Continua la mattanza femminicidi in Italia. Oggi due omicidi, uno in provincia di Brescia, l’altro in provincia di Cosenza.

Ad Agnosine, nel Bresciano, la vittima è Giuseppina Di Luca, 46 anni, madre di due figlie di 21 e 24 anni.  E’ stata uccisa dall’ex marito, dal quale si era separata da circa un mese. L’assassino, Paolo Vecchia, 52 anni, l’ha aspettata sulle scale della palazzina – nei pressi del Comune – dove la donna si era trasferita dopo la separazione e l’ha colpita una decina di volte con un coltello a serramanico.

    Poi è sceso e si è costituito ai carabinieri della stazione di Sabbio Chiese. I militari hanno recuperato le armi usate probabilmente per il delitto, un coltello a serramanico e un pugnale. L’uomo è stato arrestato con l’accusa di omicidio aggravato.

    Poche ore dopo l’omicidio di Agnesine, a Fagnano Castello in provincia di Cosenza con le stesse modalità è stata uccisa un’altra madre.

    Stesso tragico scenario e medesime modalità di esecuzione a Fagnano Castello, in provincia di Cosenza. La vittima è Sonia Lattari, 43 anni, uccisa davanti ai figli al culmine di una lite dal compagno Giuseppe Servidio, 52 anni.  L’uomo si è scagliato contro la compagna con un coltello e l’ha uccisa con diversi fendenti. In casa al momento della tragedia erano i presenti i due figli della coppia.

    Sul posto, in via Alcide De Gasperi, nel centro storico del piccolo comune della Valle dell’Esaro, sono giunti i carabinieri della stazione locale e i medici del 118 ma per la donna non c’era più nulla da fare.

    Servidio non si è allontanato dopo l’accaduto. I Carabinieri lo hanno  rintracciato nei pressi di casa: dichiarato in stato di fermo è stato portato in caserma per l’interrogatorio da parte del magistrato della Procura di Cosenza.

    LEGGI ANCHE

    Camorra, stangata ai clan di Pianura: 160 anni di carcere

    Il processo al clan camorristico Esposito-Marsicano-Calone, attivo nel quartiere Pianura, nella zona occidentale di Napoli, si è concluso con condanne pesanti per oltre 160...

    Rapinatore picchiato da commerciante e clienti

    Impazza sui social questo video di una rapina “finita male”. Entra in una ricevitoria armato di pistola e con il volto parzialmente nascosto da un...

    Stupro alle cuginette di Caivano: 9 misure cautelari. Sette minorenni e 2 maggiorenni

    Sono stati individuati e fermati tutti i componenti della banda di baby orchi che hanno abusato sessualmente per mesi delle due cuginette del Parco...

    IN PRIMO PIANO