Seguici sui Social

Coronavirus

Asl Napoli 2 mancano vaccini: stop prime dosi

All’Asl Napoli 2 mancano vaccini e a partire da giovedì 8 luglio si sospenderà la somministrazione di prime dosi di vaccino a causa della limitatezza delle scorte.


PUBBLICITA

Pubblicato

il

vaccini ai giovani

Asl Napoli 2 mancano vaccini: stop prime dosi

All’Asl Napoli 2 mancano vaccini e a partire da giovedì 8 luglio si sospenderà la somministrazione di prime dosi di vaccino a causa della limitatezza delle scorte. Al momento, infatti, l’Azienda Sanitaria deve assicurare la priorità alle oltre 190 mila persone che devono effettuare la seconda dose nelle prossime settimane, garantendo loro il completamento della vaccinazione.

L’Asl aveva avviato dallo scorso 29 giugno un programma di accessi senza prenotazione presso tutti i propri centri vaccinali, per tutti coloro che, residenti sul proprio territorio, volessero aderire alla campagna. Anche grazie a questo piano straordinario l’Asl è riuscita ad avvicinare alla vaccinazione oltre 45 mila nuovi cittadini negli ultimi 10 giorni. Al momento sono circa 570 mila i residenti sul territorio dell’Asl Napoli 2 Nord che hanno scelto di vaccinarsi, avendo effettuato una prima dose, mentre sono 270 mila coloro che hanno completato il ciclo vaccinale.

LEGGI ANCHE  Sant'Antimo: 69enne travolta e uccisa da scooter. Caccia ai 2 pirati della strada

Asl Napoli 2 mancano vaccini

asl napoli 2 mancano vaccini

“Ci spiace molto dover sospendere l’attività vaccinale per le prime dosi. Purtroppo, però, si tratta di una misura indispensabile per garantire il completamento del trattamento a quanti avevano aderito alla campagna nelle scorse settimane”. Così Antonio d’Amore, direttore generale dell’Asl Napoli 2 Nord.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHEAppello Sileri a over 60: “Vaccinatevi, morire ora è da stupidi”

“Gli open day e le attività di promozione sul territorio stavano dando risultati soddisfacenti – aggiunge D’Amore -, ogni giorno circa 4500 persone si sono avvicinate ai nostri centri per sottoporsi a vaccinazione, mentre abbiamo in attesa oltre 10 mila persone che si erano prenotate mediante piattaforma. Ci scusiamo con loro e coi nostri assistiti che avevano in programma di vaccinarsi nei prossimi giorni; voglio rassicurare tutti che, non appena avremo la disponibilità sufficiente di vaccini, riattiveremo gli open day e il sistema di prenotazione”.

Continua a leggere
Pubblicità

Coronavirus

Covid, tasso di positività al 3,05% in Italia

Da ieri 6.596 nuovi casi covid in Italia; un forte aumento di quasi 2mila casi

Pubblicato

il

covid italia

Sono 6.596 i nuovi casi di Covid-19 registrati nelle ultime 24 ore in Italia, in aumento rispetto ai 4.845 di ieri, per un totale di 4.369.964 dall’inizio dell’epidemia.

I decessi sono 21 contro i 27 registrati ieri. E’ quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute sulla diffusione del Covid-19 in Italia. Quanto ai tamponi effettuati, oggi sono 215.748, rispetto ai 209.719 di ieri, con un rapporto tamponi-positivi al 3,05 per cento, in aumento rispetto a ieri.

Il numero degli attualmente positivi e’ di 97.220, 3.004 in piu’ rispetto a ieri, mentre i dimessi/guariti sono 3.565 per un totale di 4.144.608 dall’inizio dell’epidemia. Sono 260 le persone ricoverate in terapia intensiva, con un incremento di due unita’ rispetto sempre a ieri.

LEGGI ANCHE  Maradona, figlia non riconosciuta ottiene il test del Dna: stop alla cremazione

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Nuovo balzo in avanti del contagio covid in Campania: numeri da zona gialla

I ricoverati con sintomi sono 2.309, in aumento rispetto ai 2.196 di ieri. A livello territoriale, le Regioni con il maggior numero di contagi sono la Sicilia (808), la Lombardia (806), il Veneto (779), e la Toscana (765).

Continua a leggere
longobardi logo