Libri

Edizioni MEA presenta ‘Ho suonato con i Pink Floyd’ di Antonio Romano

Il libro autobiografico di Antonio Romano, fondatore della storica Radio Amore



Antonio Romano
Foto comunicato stampa




Edizioni MEA presenta “Ho suonato con i Pink Floyd”, il libro autobiografico
di Antonio Romano, fondatore della storica Radio Amore

La casa editrice napoletana Edizioni MEA presenta “Ho suonato con i Pink Floyd”, il libro autobiografico di Antonio Romano, fondatore di Radio Amore, storica emittente campana.

Un testo ricco di focus sui momenti pregnanti della seconda metà del secolo scorso a partire dagli anni ‘60. Momenti che, come racconta l’autore, noto speaker, hanno segnato il corso degli eventi.
Come, ad esempio, l’avvento dei complessi beat e delle radio libere: un universo del quale Romano ne è stato attivo protagonista.

Un libro che ripercorre tappe fondamentali raccontate con l’inconfondibile stile di chi sa parlare alle persone, e non solo dietro un microfono. Romano sceglie un modo altro di comunicare, di voler
raccontare alla gente, attraverso la sua vita, quello che in molti, pur avendolo vissuto, avevano in qualche modo ‘archiviato’, messo da parte. L’autore ravviva la memoria collettiva attraverso aneddoti della sua vita, ricca di episodi-simbolo di un’epoca irripetibile.
Va in questa direzione il titolo del libro: “Ho suonato con i Pink Floyd”: un episodio veramente vissuto da Romano, raccontato, insieme a tanti altri, a formare un volume adatto a trascorrere momenti di relax e perché no, anche di riflessione.

L’AUTORE

Radiofonico della “prima ora”, uno degli ultimi pionieri che nel 1975 diedero vita alle radio libere, Antonio Romano è tuttora in attività al timone della sua ‘creatura’: Radio Amore. Dopo 46 anni dietro al microfono, Romano continua a profondere lo stesso amore, la stessa passione per la radio,
che lui definisce il mezzo più bello del mondo, e che dopo oltre un secolo di vita gode di splendida salute.
Dal 1965 al 1975, appassionato di musica, discreto bassista, che non disdegnava di suonare altri strumenti, ha fatto parte di vari complessi (come all’epoca si definivano i gruppi musicali).
Appesi gli strumenti al chiodo, resta nell’ambito musicale in qualità di direttore radiofonico, speaker, musicologo, produttore discografico e organizzatore di spettacoli.
La sua altra grande passione è stata quella del sindacato, svolta nell’esclusivo interesse dei lavoratori. Giornalista pubblicista, ha al suo attivo circa 3.000 interviste radiofoniche a personaggi illustri della musica, dello spettacolo, della scrittura, dello sport, della politica e esordienti, alcuni
dei quali poi diventati grandi nomi della musica italiana.
È presidente dell’Associazione “Musica è vita”, che si batte per la tutela della buona musica e per la valorizzazione e diffusione della Canzone classica napoletana, in particolar modo in Campania.

Leggi anche qui

Google News

Nuovo blitz al Parco Verde di Caivano: preso pusher

Notizia precedente

Concorsi nell’esercito vinti grazie all’algoritmo: tutti assolti

Notizia Successiva


Ti potrebbe interessare..