Il ministro Boccia: ‘A Natale nessuno resterà solo, si ai trasferimenti per necessità’

SULLO STESSO ARGOMENTO

“La mobilità nei Comuni è la stessa che c’è stata nell’ultimo mese e mezzo nelle zone arancioni e rosse.

Non cambierà nulla per quei giorni e nessuno resterà solo perché è garantito il trasferimento tra un Comune e l’altro in caso di necessità”. Lo ha detto a ‘Live non è la D’Urso’ su Canale 5 il ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia, a proposito delle restrizioni anti-Covid previste per il periodo natalizio. “Le sanzioni non sono cambiate, vanno da 400 a mille euro per chi aggira le norme. Ma perché aggirare le norme? L’assunzione di responsabilità tutela gli altri, le persone più deboli. La sanzione penale c’è quando attesti il falso, se dici ‘questo è mio padre’ e non lo è”. Ha spiegato il ministro Francesco Boccia.

PUBBLICITA

E poi ha aggiunto: “Non sono cambiate le norme rispetto all’ultimo mese: le regioni che erano in zona rossa o arancione avevano già le restrizioni che vengono introdotte ora solo per tre giorni, il 25, il 26 e il 1° gennaio. E non ho mai sentito nessuno contestare la possibilità di non poter andare a far visita a un genitore solo. Sarà così anche in quei tre giorni. Chi contesta queste norme lo fa come se da questa parte ci fossero persone che non hanno sensibilità per il Natale, ma non è così. Tutti noi vorremmo festeggiare il Natale, ma sarà un Natale diverso. Non si possono fare raduni familiari.

[web_stories_embed url=”https://www.cronachedellacampania.it/web-stories/a-natale-nessuno-restera-solo-lo-dice-il-ministro-boccia/” title=”A Natale nessuno restera solo lo dice il Ministro Boccia” poster=”” width=”360″ height=”750″ align=”center”]

Le sanzioni non sono cambiate, vanno da 400 a mille euro per chi aggira le norme. Ma perché aggirare le norme? L’assunzione di responsabilità tutela gli altri, le persone più deboli. La sanzione penale c’è quando attesti il falso, se dici ‘questo è mio padre’ e non lo è”.

E infine: “Il piano ristori non solo è partito ma sarà intensificato e le risorse sono state ulteriormente aumentate, e dal 10 dicembre parte il cashless per il pagamento con moneta elettronica, e questo consentirà a molte famiglie di avere 150 euro in più. Il nostro obiettivo è di dare i ristori a tutti entro dicembre, speriamo di farcela”.


CLICCA QUI PER VEDERE ALTRI VIDEO

googlenews
facebook


I FATTI DEL GIORNO

ULTIME NOTIZIE

TI POTREBBE INTERESSARE