Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Cronaca

Sequestrato a Salerno il bed and breakfast del sesso a pagamento

Pubblicato

in

salerno sesso


Salerno: sequestrato il bed and breakfast del sesso a pagamento, denunciato il titolare per favoreggiamento della prostituzione.

 

Gli Agenti della Polizia di Stato hanno denunciato il titolare di un bed and breakfast per il reato di favoreggiamento della prostituzione.In particolare, gli Agenti della Questura di Salerno in servizio presso la Squadra Mobile, la Divisione Polizia Amministrativa e la Polizia Scientifica, hanno svolto un controllo ad una struttura ricettiva, Merylinn Guest House, sito a Battipaglia, a seguito di alcune segnalazioni anonime che indicavano un’attività di prostituzione.

Sul posto, gli Agenti hanno ispezionato la struttura, costituita da tre piani, con numerose stanze al primo piano occupate da donne, che si presentavano con abiti succinti, e che risultavano aver affittato una camera presso quella struttura, per esercitare l’attività di meretricio.La circostanza è stata acclarata sia dalle dichiarazioni rese dalle stesse donne, nel corso del controllo, sia dagli oggetti rinvenuti nelle varie stanze (profilattici e sex toys), che sono stati sottoposti a sequestro.

Gli agenti, durante i controlli, hanno anche sorpreso alcune donne in compagnie di clienti.Da ulteriori controlli, è emerso che le donne, mediante il sito Bakeca Incontri inserivano i propri annunci sul portale, dandosi appuntamento e ricevendo i clienti direttamente nella struttura ricettiva. Nel frattempo, il titolare della stessa era al corrente di quanto accadeva, con assoluta normalità, al suo interno.

In totale, sono state individuate e identificate undici donne dedite all’attività di prostituzione in quella struttura. Alla luce di quanto emerso, sono state sottoposte a sequestro, mediante apposizione di sigilli, nove camere della citata struttura ricettiva, denominata Merylinn guest House, occupate e utilizzate per l’attività di prostituzione, e il titolare della stessa, A.G. cl. 1988, di Battipaglia, è stato deferito in stato di libertà per il reato di favoreggiamento della prostituzione.

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca

Ancora incidenti a Napoli: bombe carta contro la polizia in piazza dei Martiri

Pubblicato

in

napoli-bombe contro polizia

Ancora scontri a Napoli tra manifestanti e forze dell’ordine. E’ successo in piazza dei Martiri, dove dalle 16 è in corso una manifestazione promossa da lavoratori dello spettacolo ma anche precari e disoccupati.

 

Dopo un secondo lancio di uova con vernice rossa contro il portone di Palazzo Partanna, sede dell’Unione industriali di Napoli e di Confindustria Campania, una parte dei manifestanti presenti in piazza ha cercato di muoversi in corteo in direzione via Chiaia, lanciando il coro: “Corteo, corteo”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: La Guerriglia di Napoli finisce sui siti di tutto il mondo

Condannati i due fermati per la guerriglia di Napoli, feriti anche 4 carabinieri

La tensione è rapidamente salita fino allo scontro tra la prima linea di manifestanti e le forze dell’ordine che hanno risposto con un’azione di alleggerimento, respingendo i manifestanti verso via Carlo Poerio.La Polizia ha risposto con una carica, disperdendo i manifestanti.
La manifestazione era stata segnalata in Questura e prevista dalle 16-20. Presenti anche elementi dei Carc, della lista 7 Novembre, e dovevano andare anche delegazioni di operai Whirpool e Fca. Oltre alle uova con vernice lanciate contro il palazzo, sono state scagliati anche bottiglie e altri oggetti contro le forze dell’ordine. Ci sarebbe stata anche una carica di alleggerimento, disperdendo i manifestanti. Il presidio si e’ trasformato in corteo verso piazza Amedeo, ed e’ seguito da tre delle cinque camionette delle forze dell’ordine che presidiavano la piazza.

Continua a leggere

Le Notizie più lette