Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Area Flegrea

Ritrovato morto il camionista napoletano scomparso a Torino

Pubblicato

in



I carabinieri di Torino hanno ritrovato il corpo senza vita di Pasquale Ambrosino, l’autista di 40 anni originario di Saviano, in provincia di Napoli scomparso lo scorso 9 settembre.

Il cadavere e’ stato rinvenuto in Lungo Dora Agrigento, vicino alla riva del fiume, un luogo frequentato da spacciatori e tossicodipendenti. Secondo il medico legale il decesso sarebbe avvenuto per cause riconducibili a overdose.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Camionista di Saviano scomparso a Torino da tre giorni: ritrovato il suo Tir

Il suo camion era stato trovato parcheggiato su un piazzale vicino alla tangenziale nord di Torino. Sui social la famiglia e gli amici avevano lanciato un appello per ritrovarlo. Purtroppo le ricerche si sono concluse nel peggiore dei modi.

Continua a leggere
Pubblicità

Area Flegrea

Pozzuoli, trasporto abusivo di persone: multe e denunce

Pubblicato

in

Pozzuoli, località Licola: Controllo del territorio dei Carabinieri. Lotta al fenomeno del trasporto abusivo di persone.

 

Servizio straordinario di controllo del territorio per i carabinieri della compagnia di Pozzuoli.
I militari dell’arma – nell’ambito dei servizi disposti dal comando provinciale di Napoli – hanno setacciato le strade di Licola. Nella lente di ingrandimento dei carabinieri il contrasto al trasporto abusivo di persone e il rispetto del codice della strada.

2 uomini sono stati contravvenzionati per noleggio con conducente di veicolo non adibito a tale uso, 1 altro cittadino è stato invece sanzionato perché beccato alla guida di un’auto già sottoposta a sequestro amministrativo. 11 gli automobilisti trovati alla guida della propria auto senza la copertura assicurativa e 3 le contravvenzioni per guida senza patente.

I carabinieri hanno poi sequestrato 10 veicoli, revocato 1 patente e 8 carte di circolazione.
Repressione ma anche prevenzione: 48 i veicoli controllati e 63 le persone identificate.
Le sanzioni contestate dai militari dell’arma ammontano a 24mila euro, i controlli continueranno anche nei prossimi giorni.

Continua a leggere



Area Flegrea

Strage del bus ad Avellino: l’avvocato scopre il nome del meccanico che serro’ i perni

Pubblicato

in

La sua identita’ era rimasta avvolta nel buio ma ora, grazie a una complessa indagine difensiva, potrebbe fornire informazioni utili sulla tragedia del bus precipitato la sera del 28 luglio 2013 dal viadotto Acqualonga, sull’autostrada A16, nei pressi di Monteforte Irpino (Avellino), il grave incidente stradale nel quale persero la vita 43 persone.

L’avvocato Sergio Pisani, che difende Gennaro Lametta, il proprietario del bus, ha rintracciato attraverso una sua attivita’ investigativa colui che materialmente, secondo quanto risulta in una registrazione ambientale annessa agli atti, controllo’ i bulloni della trasmissione del bus pochi giorni prima della tragedia. L’avvocato Pisani ha consegnato il dossier alla Corte di Appello di Napoli davanti alla quale e’ in corso il processo di secondo grado sulla cosiddetta strage del viadotto Acqualonga. E’ quindi probabile che i giudici di secondo grado possano convocare il meccanico, di cui finora si conosceva solo il nome di battesimo, per acquisire cosi’ la sua testimonianza e ulteriori informazioni sulla vicenda

. Secondo quanto e’ emerso dall’incidente probatorio sul mezzo, i serbatoi dell’olio dei freni furono danneggiati e resi inservibili a causa del distacco della trasmissione determinata dall’errato serraggio dei perni. Per l’avvocato di Gennaro Lametta, condannato in primo grado a 12 anni di reclusione, la responsabilita’ del grave incidente stradale appartiene alla Societa’ Autostrade, che non esegui’ la dovuta manutenzione sulle barriere laterali del viadotto, e a chi si occupo’ della serraggio dei perni della trasmissione.

Continua a leggere



Le Notizie più lette