Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Cultura

‘Carcere. Idee, proposte, riflessioni’ di Samuele Ciambriello a in-Chiostro

Pubblicato

in



a “in-Chiostro”
. Idee, proposte, riflessioni” di
17 settembre | ore 19
Chiostro del Complesso di San Domenico Maggiore

 

 

Con la presentazione di “Carcere. Idee, proposte, riflessioni” di Samuele Ciambriello, in programma giovedì 17 settembre, alle 19, Rogiosi Editore chiuderà la sua triade di appuntamenti nell’ambito della rassegna in-Chiostro, nel chiostro di San Domenico Maggiore. Samuele Ciambriello, garante dei detenuti Campania, affronterà il delicato tema della vita nelle carceri. Con lui ne discuteranno il magistrato e Sostituto Procuratore di Napoli Catello Maresca, il Direttore del carcere di Poggioreale Carlo Berdini, l’Ispettore generale dei Cappellani delle carceri italiane don Raffaele Grimaldi, e la Presidente della cooperativa Lazzarelle Imma Carpiniello.

“Carcere. Idee, proposte, riflessioni” di Samuele Ciambriello
“Carcere è l’anagramma di cercare. Cercare per ricostruire, per ritrovarsi, per seguire una strada che è tracciata anche dalla Costituzione: assumersi le responsabilità, per trovare se stessi, rispettando i diritti delle persone”. È questo lo slogan di Samuele Ciambriello, giornalista, scrittore, professore, attivamente impegnato da 40 anni nella lotta per i diritti delle persone sottoposte a restrizioni della libertà personale e Garante dei Detenuti della Regione Campania da ottobre 2017. Presidente dell’Associazione La Mansarda, il Professor Ciambriello, dopo diversi anni, ha sentito l’esigenza di ‘scrivere di carcere’, di trattare del complesso sistema penitenziario, ma soprattutto delle esperienze di vita vissuta in esso annidate, di diritti negati, di affettività, partendo da un’attenta analisi, attraverso attività di monitoraggio, osservazioni, colloqui, sopralluoghi, progetti, il tutto rifacendosi all’art. 27 della Costituzione, che recita “Le pene [17 ss. c.p.] non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato”. Un testo alla portata di tutti, professionisti del settore e non, che cerca con un linguaggio semplice di fornire dei riferimenti teorici, empirici e scientifici, con l’intento di abbattere i muri e di instaurare ponti tra il ‘dentro’ e il ‘fuori’, mettendo in risalto l’importanza di costruire e di ‘cercare’ insieme, popolazione detenuta e non, una ‘zattera’ che possa remare controcorrente nel mare dell’indifferenza e della repressione, sull’onda della consapevolezza e del rinvenimento.

Continua a leggere
Pubblicità

Cultura

Giornate Europee del Patrimonio alla Reggia di Caserta

Pubblicato

in

Alla Reggia di Caserta apertura straordinaria del Torrione della Cascata e dell’Acquedotto Carolino per le Giornate Europee del Patrimonio.

 

 

Il 26 e il 27 settembre la Reggia di Caserta e l’Acquedotto Carolino sono i protagonisti delle Giornate Europee del Patrimonio 2020, il cui tema è “Imparare per la vita”. Saranno visitabili per l’occasione il Torrione della Cascata del Parco Reale e l’Acquedotto carolino. Aperti straordinariamente di sera, il 26 settembre, gli Appartamenti Reali.

La Reggia di Caserta, istituto MiBACT, aderisce alle GEP che quest’anno sono dedicate al tema dell’educazione, con un programma di iniziative che avranno quali scenari il Parco Reale, gli Appartamenti Reali e l’Acquedotto Carolino. “Imparare per la vita” è lo slogan scelto dal MiBACT, sulla scorta di quello proposto dal Consiglio d’Europa “Heritage and Education – Learning for Life”, per richiamare i benefici che derivano dalla esperienza culturale e dalla trasmissione delle conoscenze. Coerentemente agli obiettivi di sostenibilità dell’agenda 2030, la Reggia di Caserta intende offrire esperienze sui temi dell’ambiente e dell’acqua, quali risorse da proteggere, e di sostegno agli ecosistemi naturali.

Il fine settimana delle GEP sarà così articolato:

Sabato 26 e domenica 27 settembrevisite accompagnate

– al Torrione della Cascata del Parco Reale che riaprirà, dopo anni, in via eccezionale per l’occasione dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18. La visita verrà effettuata in piccoli gruppi. La partecipazione all’iniziativa è inclusa nel biglietto ordinario di visita al Complesso vanvitelliano. Il biglietto per l’ingresso alla Reggia di Caserta non è acquistabile in loco, è necessaria la prenotazione/acquisto online all’indirizzohttps://www.ticketone.it/artist/reggia-caserta/reggia-di-caserta-1818672/.L’appuntamento è alla fontana di Diana e Atteone. Si consiglia di indossare abbigliamento e scarpe comode. Non sarà possibile effettuare la visita in caso di pioggia.

– All’Acquedotto carolino dalle 9.30 alle 13 e dalle 15.30 alle 18.30. Appuntamento presso il piazzale, nel territorio di Valle di Maddaloni, adiacente al monumento sacrario. Dopo l’accredito al punto informazioni, in gruppi, i visitatori verranno accompagnati al camminamento superiore, sull’ultima fila di archi, per godere della splendida vista della valle sottostante. La partecipazione all’iniziativa è gratuita e non è prevista prenotazione. Si consiglia di indossare abbigliamento e scarpe comode. Nel corso della passeggiata lungo l’Acquedotto Carolino verranno illustrati ai visitatori cenni storici e curiosità sulla grandiosa opera di ingegneria idraulica e sulla sua valenza paesaggistica e monumentale.

Sabato 26 settembre apertura straordinaria serale degli Appartamenti Reali dalle 19.40 alle 22.30 con ultimo ingresso alle 21.40.

– Focus di approfondimento su Vestibolo, Cappella Palatina, Sala di Alessandro, Sala del Trono, Biblioteca Palatina e Sala dei Fasti Farnesiani. Biglietto di ingresso al costo di 1 euro acquistabile esclusivamente in biglietteria, Cancello centrale all’ingresso di piazza di Borbone, a partire dalle 19.30. Non è prevista prenotazione online. Il numero di visitatori consentito è di 50 persone ogni 15 minuti. Raggiunto il contingentamento previsto, non saranno permessi ulteriori ingressi.

Si ricorda ai visitatori il rispetto delle misure anti Covid 19. E’ obbligatorio l’uso della mascherina lungo tutti i percorsi di visita delle Giornate Europee del Patrimonio e si raccomanda di osservare il distanziamento fisico. All’ingresso al Complesso vanvitelliano verrà misurata la temperatura corporea. Non verrà consentito l’accesso in caso di temperatura uguale o superiore ai 37.5 gradi. Nel caso di un’ anomala evoluzione dell’emergenza sanitaria, per motivi di sicurezza, alcune delle iniziative potrebbero non svolgersi.

Continua a leggere



Cultura

Visite guidate a Oplontis per le Giornate europee del patrimonio: il 26-27 settembre a cura dell’Archeoclub

Pubblicato

in

Oplontis, visite guidate a cura dell’Archeoclub di Torre Annunziata per le Giornate europee del patrimonio

 

 

In occasione della festa dell’arte e della cultura, nel rispetto dei protocolli anticovid, sarà possibile prendere parte alle visite guidate ad Oplontis a cura dell’Archeoclub di Torre Annunziata “Mario Prosperi”. In particolare, quanti vi prenderanno parte, saranno accompagnati dai volontari dell’associazione oplontina alla scoperta della “Villa di Poppea” sita in via Sepolcri a Torre Annunziata.

Segui su Facebook: https://www.facebook.com/archeoclubmarioprosperi/

Le visite si svolgeranno sabato 26 settembre, dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle ore 20.00 alle ore 23.00 e domenica 27 settembre dalle ore 10.00 alle ore 12.00.
Il costo del biglietto, unicamente sabato 26 in occasione dell’apertura dalle ore 20.00 alle ore 23.00, sarà di 1 Euro.
L’unica spesa che i visitatori dovranno sostenere sarà quella riguardante l’acquisto dei biglietti, che potrà essere effettuato anche sul posto, presso la biglietteria del sito archeologico. Le visite guidate a cura dell’Archeoclub saranno, invece, completamente gratuite.

Approfondisci su: https://www.pompei.it/scavi/oplontis.htm

Continua a leggere



Le Notizie più lette