Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Cronaca Nera

Dalle telecamere la verità sull’omicidio di Giugliano

Pubblicato

in



Dalle immagini delle telecamere la verità sull’omicidio del 41enne Carmine Fammiano avvenuto nella serata di ieri a Giugliano.

 

Gli agenti del commissariato locale che conducono le indagini seguono la pista di una rapina finita male anche se non si escludono altre ipotesi. La vittima aveva piccoli precedenti penali risalenti ad anni fa e da tempo lavorava ed era fuori da contesti di malaffare. Nella serata di ieri era in auto quando qualcuno, probabilmente in sella a una scooter lo ha avvicinato non lontano da via Primo maggio dove è stato trovato morto dissanguato. Fammiano probabilmente ha accennato a una reazione, sono partiti dei colpi che lo hanno centrato alle gambe.

l 41enne, nonostante fosse ferito, ha cercato di allontanarsi, forse in cerca di auto, ma ha percorso poche centinaia di metri ed è morto. I proiettili gli avevano reciso l’arteria femorale. E Fammiano è morto dissanguato in pochi minuti. Gli investigatori hanno controllato il suo cellulare per capire se avesse appuntamento con qualcuno e hanno interrogato i suoi familiari.

 

Continua a leggere
Pubblicità

Campania

Camorra, il prefetto Valentini: “Nessun arretramento verso le famiglie storiche di Napoli”

Pubblicato

in

“La recente relazione della Direzione investigativa antimafia ha evidenziato bene come in tema di criminalità organizzata lo scenario che si registra nellarea metropolitana di NAPOLI, che è molto mutevole e composito e caratterizzato da atti molto violenti che si ripetono con grande frequenza, non rappresenti affatto un segnale di arretramento delle famiglie storiche della camorra, che secondo alcune interpretazioni diffuse negli anni precedenti avrebbero fatto un passo indietro lasciando il campo libero per nuove generazioni impegnate in una sorta di guerra per bande.

Viceversa quello che veniva definito ‘caos criminale’ è letto ormai in maniera univoca come una sovrapposizione controllata e organizzata di livelli criminali dove in primo piano ci sono le storiche organizzazioni camorristiche e a un livello inferiore operano invece gruppi meno strutturati, che agiscono in un contesto di subalternità con i clan storici non in maniera autonoma”. Lo ha detto il prefetto di NAPOLI, Marco Valentini, in audizione in commissione Antimafia.

“Questo esclude che la camorra come organizzazione criminale storica abbia fatto un passo indietro ossia declinata a essere unorganizzazione di tipo minore. Le famiglie storiche della camorra – ha aggiunto – sono tuttora ben inserite nelle loro attività tradizionali, oltre al traffico di droga il settore dei giochi, della ristorazione, il settore turistico-alberghiero, dell’edilizia e dei rifiuti, mentre attività come racket, spaccio su strada e usura sono demandati a gruppi minori sempre in relazione con in clan di riferimento. Questo scenario può essere letto – ha concluso come un insieme di clan dominanti che si servono di clan minori o satelliti per portare avanti le attività tradizionali”.

Continua a leggere



Campania

Tenta di scaraventare la moglie giù dalla finestra: arrestato

Pubblicato

in

Tenta di scaraventare la moglie giù dalla finestra

Tenta di scaraventare la moglie giù dalla finestra: arrestato. Bloccato dai carabinieri nel Casertano.

 

Un uomo di 48 anni anni, residente a Mondragone  e’ finito in carcere con l’accusa di aver costantemente maltrattato la moglie, costringendola a subire percosse, umiliazioni e a vivere nel terrore continuo. Le indagini sono state realizzate dai carabinieri su delega della Procura di Santa Maria Capua Vetere, che ha chiesto e ottenuto il provvedimento di carcerazione dal giudice per le indagine preliminari.

Dagli accertamenti e’ emerso che l’uomo pretendeva sempre soldi dalla moglie per acquistare la droga; in una circostanza, al rifiuto della donna, le tiro’ contro una sedia in ferro, provocandole lesioni all’addome, mentre in un’altra occasione tento’ di scaraventarla gia’ dalla finestra di casa. Il 48enne avrebbe preteso anche relazioni sessuali dalla vittima, che non voleva.

Continua a leggere



Pubblicità

Pubblicità

DALLA HOME

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette