Seguici sui Social



Salerno e Provincia

Coronavirus:per Pasqua task force in costiera amalfitana

Pubblicato

in


La proroga al 13 aprile del decreto del presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte ha stabilito che gli italiani dovranno trascorrere in casa anche le festivita’ di Pasqua e Pasquetta. Due date che, tradizionalmente, erano dedicate alle gite fuori porta o alle vacanze in localita’ turistiche che quest’anno saranno rigorosamente vietate a causa dell’emergenza Coronavirus. Per frenare qualsiasi tentazione e tenere monitorata la situazione, anche i sindaci della provincia di Salerno stanno predisponendo misure straordinarie di controllo del territorio. “Non abbasseremo assolutamente la guardia”, assicura, Costabile Spinelli, sindaco di Castellabate, il comune di ‘Benvenuti al Sud’. “Dal 10 al 30 marzo sono stati identificati 9.575 persone e 8.050 automobilisti, 15 sono stati denunciati per spostamenti senza giustificati motivi. Questi numeri sono la dimostrazione di quanto l’Amministrazione comunale abbia da subito preso molto sul serio le disposizioni in materia di Coronavirus, attivando una task force mirata”. Controlli che saranno intensificati in vista per periodo pasquale. “Abbiamo tantissime seconde case sul nostro territorio, saremo rigidi e scrupolosi per evitare che qualcuno, approfittando del ponte, possa pensare di trascorrere qualche giorno in citta’.

Purtroppo in questo momento non e’ possibile, quindi continueremo con questo regime di controlli”. Guardia alta anche in Costiera Amalfitana, rinomata zona turistica della provincia di Salerno. “Da giorni abbiamo intensificato i controlli”, ribadisce il sindaco di Positano, Michele De Lucia. “Ho la fortuna di avere sul territorio, oltre al comando di polizia locale, anche una stazione dei carabinieri e una caserma della Guardia di Finanza. Il nostro comune ha un’unica strada di accesso e questo semplifica il compito ma i controlli sono e continueranno a essere capillari”. (

Continua a leggere
Pubblicità