7.6 C
Napoli
mercoledì, Aprile 1, 2020

Incendio nella galleria ferroviaria ‘Santa Lucia’, gli addetti alla sicurezza rischiano il processo

Pubblicità

Sono tre le persone che rischiano il processo, con accuse di lesioni colpose gravi, per quanto accaduto durante l’incendio scoppiato all’interno della galleria ferroviaria “Santa Lucia”, il 16 novembre del 2018. Sono il responsabile del cantiere e due addetti alla sicurezza, impegnati a lavorare per conto di una ditta sua volta impegnata per RFI. Quel giorno, gli operai dovevano sostituire dei binari con altri nuovi. Un lavoro di routine, da effettuare con una macchina mobile, finita danneggiata anch’essa dalle fiamme. A generare l’incendio fu l’errore umano di un operaio, che restò ustionato sul 60 per cento del corpo. Circostanza che non escluderebbe le responsabilità dei tre, colpevoli – per l’accusa – di non aver vigilato sulle precauzioni che tutti gli operai avrebbero dovuto adottare.
A seguito dell’incidente, erano rimasti feriti cinque operai abruzzesi. Almeno trenta erano le persone presenti al momento dell’incidente. Secondo una perizia pure disposta all’epoca dall’autorità giudiziaria, l’operaio non indossava tuta e protezione specifica ai piedi, che gli avrebbero garantito certamente sicurezza, dopo il divampare delle fiamme. L’ultima parola spetterà al gip.

 Gustavo Gentile

Pubblicità
Pubblicità

ALTRE NOTIZIE

Conte: ‘Proroga fino al 13 aprile, non siamo...

"Non siamo nella condizione di poter allentare" le misure. Cosi' il premier Giuseppe Conte. "Non possiamo ancora abbracciare una prospettiva diversa. Per questo motivo...