Potenziamento degli ambienti di apprendimento, didattica integrativa pomeridiana, sportello “scuola – famiglia – territorio”, eventi di animazione di comunità, formazione per docenti, famiglie, cittadini, amministratori e operatori sociosanitari. Sono solo alcune delle azioni che saranno effettuate nell’ambito di “Edu.Co. Educativi-Comuni /Comuni-Educativi”, un progetto selezionato dall’impresa sociale Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

Il progetto è stato presentato presso l’Istituto Superiore “Enrico Fermi” di Montesarchio (Benevento), alla presenza di tutti i partners coinvolti. Sono intervenuti Maria Fanzo per la Cooperativa Sociale Nuovi Incontri (soggetto responsabile); Antonio De Mizio, presidente del coordinamento istituzionale Ambito sociale B3 – Capofila Montesarchio; Biagio Simonetti in rappresentanza dell’Università del Sannio, ente valutatore; Maria Grazia Ceglia, dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo “Ilaria Alpi” di Montesarchio; Elisabetta Di Maio, dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo “Sant’Agata 2” di Sant’Agata dei Goti; Giulio De Cunto, dirigente scolastica dell’istituto Superiore “Enrico Fermi” di Montesarchio; Simona Boniello, in rappresentanza della Fondazione Caporaso di Benevento.

Tutti hanno sottolineato l’importanza del progetto, che si articolerà in tre anni e che prevede una combinazione di azioni integrate tra di loro che amplificano, qualificano ed integrano le opportunità educativo-esperienziali e didattiche a favore di minori di età 5-14 anni e delle loro famiglie.

Fondamentale sarà la condivisione delle azioni e dei processi da parte di tutti i partners coinvolti, chiamati a compiere azioni sinergiche finalizzate alla elaborazione e realizzazione condivisa del Patto Educativo d’Ambito e alla implementazione di interventi e politiche innovative.

M5S Ciarambino: “Altro che fuori da commissariamento, disastro sanità resta sotto controllo del Governo’

Notizia Precedente

Piazza del Plebiscito, fuochi di artificio di notte sotto gli occhi della camionetta dei militari di “Strade Sicure”: vergogna dinanzi la Prefettura e il Comando Sud dell’Esercito

Prossima Notizia

Ti potrebbe interessare..