Il giudice monocratico del tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha condannato a 4 anni di reclusione, per omicidio colposo Francesco D’Istanto, l’uomo di 64 anni di Formia in provincia di Latina che nel 2015, a bordo della sua ‘Honda’ si schiantò contro la ‘Punto Evo’ dove a bordo c’era una intera famiglia.
A causa dell’incidente, che il giudice ha riconosciuto colposo, morirono Francesco Ragucci, di Macerata Campania, la figlia Maddalena di 14 anni e lo zio della ragazzina Carmine Mingione. Il pm aveva chiesto la condanna a 6 anni e sei mesi. Il giudice ha stabilito una provvisionale di risarcimento dei danni di centomila euro a favore delle vittime.

LEGGI ANCHE  Gomorra, miglior debutto degli ultimi 2 anni per una serie su Sky
ADS



Siamo la redazione di Cronache della Campania. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina "Redazione" sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura!

‘Furbetti del Cartellino’ al Cardarelli di Napoli: 60 avvisi di garanzia

Notizia precedente

Funerali della piccola Ginevra: manifesto senza il cognome del padre

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..