Si aprirà domenica 30 giugno alle ore 20.00 il cartellone sinfonico, della sezione “Orchestra Italia” della sessantasettesima edizione del a Ravello (Sa). A salire sul podio del Belvedere di sarà Juraj ValÄ uha, direttore musicale dell’Orchestra del Teatro di San Carlo di Napoli. Le voci soliste saranno quelle del tenore americano Robert Dean Smith, Siegmund; del soprano finlandese Camilla Nylund, Sieglinde, e del basso faroese Rùni Brattaberg, Hunding. Il inaugurale sarà il primo di 14 appuntamenti sinfonici tutti caratterizzati dalla scelta artistica di offrire una peculiare prospettiva sul dialogo e l’apertura tra il sinfonismo italiano e la musica d’oltralpe. Proprio il San Carlo  presenterà anche un secondo concerto, il 18 luglio, con un grande affresco sulle musiche da film tra Nino Rota e John Williams, sempre con il suo direttore musicale Juraj ValÄ uha. La sessantaseettesima edizione del continuerà fino a fine ottobre con 8 concerti cameristici “di Mezzanotte”, la sezione è stata intitolata “Nel giardino di Wagner”, presso la Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo, cinque concerti per organo nel Duomo di Ravello, “Lee note di Sigilgaita, una maratona pianistica, Catalogue d’Oiseaux, il 17 agosto, e due incontri curati dalla Città della Scienza di Napoli. Molto atteso l’unico appuntamento di danza in cartellone programmato nell’ambito del programma culturale delle Universiadi di Napoli: il 12 luglio sul palco del Belvedere di si esibira’ uno dei piu’ noti ballerini contemporanei, Sergei Polunin.

LEGGI ANCHE  Ravello Festival, grande successo per il concerto di inizio anno
ADS



Regina Ada Scarico, ha lavorato per oltre 15 anni nel mondo del teatro e dello spettacolo in generale e ha avuto esperienze molto lunghe in qualità di amministratrice e coordinatrice di compagnia in spettacoli complessi, con numerosi attori e personale. Ha curato, sempre nell’ambito delle compagnie teatrali e anche nell’ambito più generale dell’organizzazione di eventi, sia i rapporti con Enti e soggetti terzi sia quelli con la stampa e il mondo dei mass media, avendo gestito più volte in piena autonomia l’ufficio stampa in occasione di spettacoli, rassegne, mostre ed eventi

    X edizione di ‘Cenando sotto un Cielo Diverso’. Il rispetto della diversità passa attraverso il buon gusto

    Notizia precedente

    ‘Spinoza e la storia’, a cura di Cristina Zaltieri e Nicola Marcucci edito da Negretto Editore

    Notizia Successiva

    Ti potrebbe interessare..