Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Politica Napoli

De Magistris: “Sul turismo De Luca parla a spiovere, Napoli è prima per crescita”

Pubblicato

in



DE MAGISTRIS,: ‘Sul turismo DE LUCA PARLA A SPIOVERE, NAPOLI E’ PRIMA PER CRESCITA’

NAPOLI –  “Il governatore De Luca parla molto spesso a spiovere: farebbe bene a fare qualcosa per il turismo invece di fare polemiche inutili. Napoli è prima per crescita turistica, è chiaro che oggi abbiamo meno visitatori di Roma dove c’è il Papa o di Venezia che è in vetta da 70 anni. Quando governavano De Luca e i suoi amici Napoli non c’era proprio in graduatoria, adesso invece è prima per crescita”. Lo ha detto il sindaco di Napoli Luigi de Magistris ai microfoni di Mariù Adamo per Mattina 9, il morning show in onda su Canale 9 – 7 Gold.

“E’ inutile che De Luca polemizza con gli altri, anzi saluto la sindaca di Torino, perché le città devono lavorare insieme su turismo e cultura. Invito il governatore a lavorare di più per garantire norme, leggi e finanziamenti in modo oggettivo. Con l’albo dei bed & breakfast siamo intervenuti a colmare una grave lacuna della Regione Campania. Cerchiamo – ha concluso de Magistris – di limitare il fenomeno delle speculazioni che svuotano il centro storico dai residenti”.

Continua a leggere
Pubblicità

Politica Napoli

De Magistris ricorda le 4 Giornate: ‘Napoli prima città a ribellarsi’

Pubblicato

in

“27-30 settembre 1943: Napoli fu la prima città in Europa a liberarsi, con un rivolta di popolo partigiana, dall’occupazione nazifascista. L’insurrezione iniziò dalla Masseria Pagliarone, al Vomero, e poi si estese in tutti i quartieri della città.

A capo della ribellione anche bambini e donne”. Così, in un post su Facebook, il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris. “Dedico l’orgoglio partenopeo di così solide radici a due martiri di quelle giornate che ci hanno fatto meritare la medaglia d’oro al valor militare: Gennarino Capuozzo e Maddalena Cerasuolo. W Napoli antifascista!”, ha concluso il primo cittadino. De Magistris ha deposto corone di fiori presso il Mausoleo di Posillipo, in piazza Bovio presso la lapide posizionata all’ingresso della Camera di Commercio e in piazza Carita’ davanti al monumento dedicato al vice brigadiere Salvo D’Acquisto. ”Napoli fu la prima citta’ d’Italia a liberarsi con una rivolta di popolo dall’oppressione nazifascista – ha ricordato il sindaco – una rivolta che vide protagonisti bambini, giovani, donne e uomini. Celebrando le Quattro Giornate ricordiamo che nelle nostre radici ci sono i valori dell’antifascismo, della liberta’, dell’uguaglianza e della giustizia e che bisogna lottare per i diritti ora e nel futuro. Napoli – ha concluso – e’ sempre antifascista e resiste anche nei tempi moderni”.

Alla cerimonia hanno partecipato anche il Prefetto Marco Valentini, il questore Giuliano e l’assessore regionale all’Istruzione, Lucia Fortini e l’Anpi. Da quest’anno il Comune ha deciso di commemorare l’anniversario delle Quattro Giornate anche al rione Sanita’, al ponte intitolato alla memoria di Maddalena Cerasuolo, protagonista dell’azione armata contro i guastatori tedeschi in difesa del ponte che era via di accesso alla citta’ e ramo di alimentazione dell’acquedotto. Per la sua partecipazione allo scontro armato Maddalena Cerasuolo ricevette la Medaglia di bronzo al valor militare. Qui a commemorare quegli eventi e’ stata l’assessore alla Cultura, Eleonora De Majo.

Continua a leggere



Pubblicità

DALLA HOME

Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette