Studentessa morta a 21 anni: condannata l’amica che guidava l’auto in stato di ebrezza ed aveva assunto hashish

Morta a 21 anni dopo un violento incidente strada: condannata l’amica che guidava l’auto in stato di ebrezza ed aveva assunto hashish.Virginia Musto, la bella studentessa di psicologia di Aversa morta dopo un fatale impatto sull’Asse Mediano, nel febbraio di due anni fa, tra Afragola e Frattamaggiore. Il giudice Maria Gabriella Iagulli, del tribunale di Napoli Nord, al termine del giudizio con abbreviato, ha condannato a 3 anni e 8 mesi Ma rika A., conducente del veicolo su cui viaggiava la 21enne. Lo schianto in una curva dove l’auto si ribaltò: Virginia fu sbalzata fuori e morì sul colpo. L’amica che guidava l’auto era risultata positiva al alcoltest ed aveva assunto hashish. Nell’auto con loro vi erano anche due ragazzi di Casalnuovo, conosciuti in discoteca e che stavo riaccompagnando a casa e che rimasero miracolosamente illesi.

 Gustavo Gentile

Contenuti Sponsorizzati