🔴 ULTIME NOTIZIE :

Spalletti: “A La Spezia match trappola. Pioli e Mou? Nostre vittorie sempre meritate”

"Dobbiamo concentrarci per un match complicato su un campo difficile. Per noi l’avversario non cambia la sostanza, i punti a disposizione sono sempre 3". Così Luciano Spalletti, tecnico del Napoli, alla vigilia della sfida esterna contro lo Spezia. "Partita trappola. Derby di Milano? Allo Spezia non interessa" "La partita trappola esiste se...

Napoli: ora gli ottavi non sono un miraggio e i tifosi fanno calcoli…

La riscossa del terzo incomodo. Pronostici, media internazionali e addetti ai lavori lo davano già […]

    La riscossa del terzo incomodo. Pronostici, media internazionali e addetti ai lavori lo davano già per spacciato, e invece Carlo Ancelotti col suo Napoli ha saputo ribaltare tutto e conquistarsi il primato (seppur temporaneo) nel girone C di Champions League grazie anche al pari di ieri al San Paolo contro il temibile Paris Saint-Germain. Un 1-1 che lascia tutto aperto verso la qualificazione agli ottavi ma che allo stesso tempo permette agli azzurri di mantenere un minimo vantaggio sui parigini in caso di potenziale arrivo a pari punti.Un match che si era messo decisamente in salita nel primo tempo visto che la squadra di Tuchel aveva preso il predominio del campo grazie a un 3-4-3 equilibrato e compatto, senza lasciare spazi al Napoli e mostrando lampi di talento purissimo col duo delle meraviglie Neymar-Mbappé, con giocate che hanno sbalordito gli oltre 50mila del San Paolo. Una superiorità certificata poi dal meritato vantaggio del Psg con la rete di Juan Bernat, terzino spagnolo ex Bayern Monaco cercato a lungo proprio dal Napoli, rete arrivata dopo un’altra gran giocata del solito imprendibile Mbappé a tempo quasi scaduto.RISCOSSA AZZURRA – All’intervallo poi il mondo si è capovolto, merito della scintilla scoccata negli spogliatoi grazie all’input di Ancelotti: baricentro più alto, squadra più aggressiva sui portatori di palla e più consapevolezza nel palleggio a metà campo. Risultato? Cinque palle gol nitide nell’arco di 15 minuti, con Buffon in versione para-tutto fino al clamoroso errore di Thiago Silva che ha portato al penalty conquistato da Callejon e calciato magistralmente da Insigne, con l’ex numero 1 della Juve che pure aveva intuito l’angolino senza però trovare la deviazione decisiva. Un pareggio che in fin dei conti accontenta entrambe e certifica la crescita europea dei partenopei trascinati da quattro uomini copertina: la maestosità di Koulibaly, la grinta di Allan, l’intelligenza di Callejon e la freddezza di Insigne, tutti ormai imprescindibili nello scacchiere ancelottiano.VERSO GLI OTTAVI – Se non fosse stato per quella prodezza di Di Maria allo scadere nella gara di Parigi, probabilmente il Napoli ora si troverebbe in tasca già il pass per gli ottavi, traguardo impensabile dopo il pari di Belgrado con la Stella Rossa all’esordio. E ora, invece, grazie all’impresa dei serbi contro il Liverpool (secco 2-0 frutto della doppietta di Pavkov), la classifica è cortissima e recita così: Napoli e Liverpool a 6 punti, Psg a 5 e Stella Rossa a 4, con il prossimo turno che sarà potenzialmente decisivo. Già, perché se il Napoli dovesse battere in casa la Stella Rossa, e i parigini non dovessero trovare i tre punti col Liverpool al Parco dei Principi, allora la squadra di Ancelotti sarebbe qualificata agli ottavi grazie alla miglior differenza reti negli scontri diretti anche in caso di arrivo a pari punti con i francesi. Mentre sui social i tifosi esaltano Ancelotti, assieme a tutti i giocatori protagonisti del pareggio di ieri sera contro il Paris Saint Germain, si intrecciano i calcoli per stabilire quali siano le combinazioni piu’ favorevoli, relativamente ai risultati dei prossimi due turni, per garanire al Napoli la qualificazione agli ottavi di finale di Champions che assumerebbe quasi una portata storica, dato il valore di una delle due avversarie che verrebbe in questo caso eliminata. Il calcolo piu’ semplice e spontaneo che viene fatto in queste ore dai tifosi individua la soluzione piu’ rapida e semplice per raggiungere il traguardo tanto sognato: vincere con la Stella Rossa e sperare che il Psg non faccia altrettanto con il Liverpool. In questo caso, infatti, gli azzurri sarebbero matematicamente promossi agli ottavi di finale con un turno di anticipo sulla conclusione del girone. Quel che si vorrebbe evitare e’ giocarsi la qualificazione con il Liverpool proprio a Anfield in una gara da dentro o fuori per entrambe le squadre.

    google news

    IN PRIMO PIANO

    Pubblicita

    Leggi anche

    Pc professionale: dallo schermo al mouse, tutto l’indispensabile per lavorare in modo ottimale

    Dai comparti produttivi agli uffici amministrativi, passando per la logistica, la vendita e l'archiviazione, i pc sono elementi oggi indispensabili in qualunque ambiente di...

    Pianura, omicidio di Raffaele Pisa: chiesti due ergastoli

    A cinque anni di distanza dall'omicidio di Raffaele Pisa ucciso il 13 dicembre 2016 in via Giorgio De Grassi a Pianura per un semplice...

    Turbativa d’asta, reati prescritti per Biagio Izzo

    Sono stati prescritti i reati di turbativa d'asta a carico del noto attore napoletano Biagio Izzo. I reati risalenti al 2015 sono stati dichiarati prescritti...

    Jabil, prosegue agitazione: “Azienda non ritira licenziamenti”

    La proroga di un mese della cassa integrazione con la contestuale sospensione dei licenziamenti per il medesimo lasso temporale non spegne la mobilitazione dei...