A circa due settimane di distanza dall’ondata di maltempo che ha danneggiato seriamente il territorio di Pianura e non solo a causa delle forti raffiche di vento e della consistente pioggia che hanno abbattuto numerosi alberi e riempito di fango la strada a ridosso della montagna dei Camaldoli, nonostante le numerose segnalazioni alle autorità ed enti preposti, numerosi tratti di marciapiedi e strade restano inagibili con condizioni di pericolo a causa degli alberi rimasti pericolanti, quelli abbattuti e lasciati giacere al suolo e dal fango sceso dalla montagna. A denunciarlo in una nota ufficiale è il consigliere municipale di Fratelli d’Italia Pasquale Strazzullo che evidenzia lo stato attuale di pericolo per la pubblica incolumità in cui versano i marciapiedi e le strade di via Montagna Spaccata dove proprio a causa della caduta di un albero su una macchina una intera famiglia ha rischiato di perdere la vita e di via Monti dove alberi ed intere chiome essiccate invadono totalmente i marciapiedi. E’ inaccettabile, dichiara Strazzullo lo scenario che si vive in via Monti non solo per gli alberi ma anche per le tonnellate di fango che assediano l’intera strada che accompagnata anche dalle montagne di rifiuti speciali non prelevati determinano una seria condizione di invivibilità. E’ assurdo, conclude il consigliere, che a distanza di tanti giorni regna ancora una situazione precaria sia dal punto di vista della sicurezza stradale che quella di carattere ambientale ed igienico sanitaria. Sulla questione ho predisposto un esposto alla Polizia Municipale e all’A.S.L. che restano gli organi di controllo competenti.

Renato Pagano
Contenuti Sponsorizzati