“Gran parte dei roghi di rifiuti che ancora oggi vengono accesi deriva piu’ che dallo sversamento di rifiuti familiari dallo sversamento di rifiuti di lavorazioni industriali da parte di centinaia di fabbriche che lavorano in nero”. Lo ha detto il presidente della Giunta regionale, Vincenzo De Luca, nel corso della presentazione della conferenza azionale “Sicurezza e legalita’” in programma a NAPOLI dl 16 al 18 novembre. “Queste aziende – ha detto – non possono fatturare neanche l’acquisto delle materie prime. Su questo tema serve un intervento multidisciplinare, con guardia di finanza, inps, ispettorato del lavoro ma bisogna anche ricordarsi che impatta con un problema sociale, con il lavoro, sia pure lavoro in nero, che ha una ricaduta sulla vita delle famiglie. E’ necessario per combattere il fenomeno un controllo ambientale, perche’ un’intera economia criminale in Campania ha lucrato sull’ambiente e sulla gestione dei rifiuti”