Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Politica Campania

Terra fuochi, De Luca: ‘I roghi derivano dagli scarti delle fabbriche che hanno lavoratori in nero’

Pubblicato

in



“Gran parte dei roghi di rifiuti che ancora oggi vengono accesi deriva piu’ che dallo sversamento di rifiuti familiari dallo sversamento di rifiuti di lavorazioni industriali da parte di centinaia di fabbriche che lavorano in nero”. Lo ha detto il presidente della Giunta regionale, Vincenzo De Luca, nel corso della presentazione della conferenza azionale “Sicurezza e legalita’” in programma a NAPOLI dl 16 al 18 novembre. “Queste aziende – ha detto – non possono fatturare neanche l’acquisto delle materie prime. Su questo tema serve un intervento multidisciplinare, con guardia di finanza, inps, ispettorato del lavoro ma bisogna anche ricordarsi che impatta con un problema sociale, con il lavoro, sia pure lavoro in nero, che ha una ricaduta sulla vita delle famiglie. E’ necessario per combattere il fenomeno un controllo ambientale, perche’ un’intera economia criminale in Campania ha lucrato sull’ambiente e sulla gestione dei rifiuti”

Continua a leggere
Pubblicità

Campania

Coronavirus, la Regione Campania pronta allo screening in tutte le scuole

Pubblicato

in

Coronavirus, la Regione Campania pronta allo screening in tutte le scuole. Stamattina riunione in Regione Campania con De Luca e dg Asl.

 

“Si e’ tenuta questa mattina, convocata dal presidente Vincenzo De Luca, una riunione con tutti i direttori generali dell’Asl, delle Aziende Ospedaliere e con i componenti dell’Unita’ di Crisi. Particolare attenzione e’ stata dedicata al mondo della scuola nella nostra regione, ormai tutte riaperte”.

 

L’annuncio e’ arrivato dalla Regione Campania: “E’ stato completato lo screening deciso dalla Regione su tutto il personale scolastico della Campania (130mila tra docenti e non docenti). Hanno gia’ ottenuto il bonus di tremila euro i 919 istituti per l’acquisto di termoscanner. Distribuite le prime mille pistole per la misurazione della temperatura corporea. Sono in distribuzione altre 2.700. Nell’ambito del piano “Scuola sicura” la Regione e’ pronta, su richiesta degli istituti, anche per uno screening a tappeto sugli studenti”.

Ma non basta perche’ la Regione ha fatto sapere che “Nel corso della riunione, in relazione alla prevenzione, e’ stato ribadito l’impiego di test rapidi molecolari (Pcr) in tutti i Pronto Soccorso, e per altri screening sierologici mirati per categorie, acquisito il dato confermato nella stessa circolare ministeriale, della poca affidabilita’ dei test salivari”. E quindi: “Da domani intanto parte la campagna di vaccinazioni anti-influenzali in tutta la Campania grazie alla dotazioni di 1.800.00 vaccini acquistati nello scorso mese di aprile e distribuiti alle Asl e ai medici di famiglia. Saranno in dotazione anche alle farmacie, anche se non potranno per norma ministeriale, somministrali direttamente”.

Continua a leggere



Campania

Sanità, Campania verso esaurimento tetti spesa: analisi cliniche solo a pagamento. Lamberti (Federlab): “Sembra barzelletta ma c’è da piangere. Regione sorda ai nostri appelli”

Pubblicato

in

Tetti di spesa verso l’esaurimento in Campania. Morale della favola: “visite specialistiche, esami diagnostici e di laboratorio (in regime di convenzione), tra qualche giorno e fino alla fine dell’anno, saranno erogati solo a pagamento e dunque chi vorrà usufruirne, si vedrà costretto a mettere mano al portafoglio, oppure, in alternativa, a sobbarcarsi le lunghe liste d’attesa nel pubblico”.

Lo denuncia, in una nota, Gennaro Lamberti, presidente di Federlab Italia, tra le maggiori associazioni di categoria dei laboratori di analisi cliniche e dei centri poliambulatoriali privati accreditati con il Servizio Sanitario Nazionale (con oltre 2mila strutture associate presenti su tutto il territorio nazionale). “Se non ci fosse da piangere, verrebbe da dire che questa vicenda si sta trasformando in una specie di barzelletta che oggi fa ancora più male perché, a pagarne le conseguenze, saranno soprattutto i malati cronici e tutte quelle persone in difficoltà economica che, nelle settimane del lockdown, hanno avuto gravi danni a causa del mancato o ritardato accesso alle prestazioni sanitarie monopolizzate dall’emergenza Covid”. Gente che, rimarca Lamberti “si vedrà ora costretta a rinviare ulteriormente gli accertamenti o, se indifferibili, a pagarli di tasca propria per effettuarli”.

E’ vero, prosegue il leader dei laboratoristi: “lo scrutinio è appena terminato, De Luca è stato rieletto governatore da pochi giorni. Tuttavia non è che il precedente esecutivo, sempre da lui presieduto, abbia prestato, finora, grande attenzione ai nostri appelli”. “Sono anni, d’altronde, che stiamo ribadendo che la coperta è troppo corta e che il finanziamento stanziato è di gran lunga inferiore rispetto alle reali e documentate necessità ‘sanitarie’ dei campani, ma niente è stato fatto o deciso, in tal senso, per ovviare a tale grave carenza” incalza Lamberti. Eppure, attacca ancora il presidente di Federlab, i “vari DPCM varati dal governo nazionale, prevedono la possibilità di ricalcolare i fabbisogni ed incrementare i budget; tra l’altro la regione Campania è fuori dal commissariamento, ormai, da 10 mesi e quindi non più costretta a sottostare ai vari blocchi dei finanziamenti. Che si aspetta dunque a rivedere dove e quanto realmente occorre fare per scrivere la parola fine a questa assurda telenovela? Perché a palazzo Santa Lucia preferiscono tirare a campare?”.

Continua a leggere



Pubblicità

DALLA HOME

Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette