Blitz anti droga tra Perugia e Caserta: 24 arresti

SULLO STESSO ARGOMENTO

Un’operazione antidroga dei carabinieri del comando provinciale di Perugia è attualmente in corso in diverse città italiane, con particolare interesse per il capoluogo umbro e le province di Caserta, Latina, Arezzo, Lucca, Pisa e Varese.

I carabinieri hanno eseguito un provvedimento cautelare disposto dal gip di Perugia su richiesta della Direzione distrettuale antimafia locale nei confronti di 24 soggetti indagati per associazione finalizzata al traffico, detenzione e spaccio di ingenti quantità di sostanze stupefacenti.

Sono stati individuati collegamenti tra una presunta associazione criminale di matrice nigeriana e esponenti della criminalità organizzata campana, in particolare con riferimento a un soggetto ritenuto di vertice del clan dei casalesi.

    L’operazione, condotta dai carabinieri del comando provinciale di Perugia, ha portato all’esecuzione di un’ordinanza cautelare nei confronti di 24 indagati (di cui quattro irreperibili). Questi sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata al traffico, detenzione e spaccio di ingenti quantità di droga, principalmente eroina.

    Dall’indagine è emerso che il gruppo criminale, descritto come unitario e piramidale, utilizzava un’abitazione nel centro di Perugia come base logistica per stoccare e rivendere grandi quantità di droga. I carabinieri ritengono che attraverso decine di pusher, la droga venisse quotidianamente distribuita nelle piazze di spaccio dell’Umbria, della Toscana, delle Marche e della Campania. È stato appurato che il principale canale di approvvigionamento della droga per l’associazione era il nord Europa.

    Il provvedimento cautelare è stato notificato al presunto capo del clan dei casalesi presso il carcere di Santa Maria Capua Vetere, dove è detenuto per estorsione. Durante le indagini, oltre ai sequestri operati, è stato contestato agli indagati il traffico di circa 250 chili di stupefacente, per un valore stimato di 15 milioni di euro sul mercato al dettaglio.



    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    telegram

    LIVE NEWS

    NAPOLI, la Procura indaga tre medici per la morte, al Monaldi, del neonato venuto alla luce alla clinica Villa Stabia

    Napoli. Un neonato di soli tre giorni è morto all'ospedale Monaldi di Napoli dopo aver contratto un'infezione batterica. I genitori, sconvolti dalla tragedia, hanno presentato una denuncia e la Procura di Napoli ha aperto un'indagine per omicidio colposo in ambito sanitario. Tre medici sono stati iscritti nel registro degli...

    Clan Contini 180 anni di carcere per i 12 imputati dell’operazione “Cartagena”

    Napoli. Dopo l'annullamento della Cassazione, il processo d'appello per i ras e l'ala imprenditoriale del clan Contini si conclude con una serie di "sconti" di pena e condanne complessive per oltre 180 anni di carcere. La Corte d'appello di Napoli ha rideterminato quasi tutte le condanne precedenti, con alcuni casi...

    CRONACA NAPOLI