Bus precipitato a Ravello: inchiesta sulla morte del giovane autista

SULLO STESSO ARGOMENTO

Uto Ughi torna protagonista a Ravello

Sarà l’inchiesta della magistratura con il supporto di tecnici specializzati a chiarire le causa dell’incidente del bus turistico precipitato da un tornante della strada che conduce a Ravello, in Costiera Amalfitana, facendo un volo di almeno una decina di metri e che ha causato la morte dell’autista, il 29enne Nicola Fusco di Agerola, figlio del titolare della società di trasporti.

Alle 12:20 circa di oggi la squadra del distaccamento dei Vigili del fuoco di Maiori è intervenuta sulla strada statale 373 per portare soccorso ad un pullman che era uscito dalla sede stradale cadendo giù. All’arrivo sul posto, i vigili del fuoco hanno costatato che una navetta privata di 32 posti, mentre percorreva la statale da Ravello in direzione della strada statale 163, in un tornante è uscita di strada rovinando in una strada sottostante denominata “Via Valle del Dragone”, a ridosso di un abitazione privata.

L’unico occupante del pullman era l’autista, Nicola Fusco (nato a Pompei, in provincia di Napoli, 29 anni), sbalzato fuori e morto sul posto. Sono Intervenuti sul posto la squadra del distaccamento di Maiori dei vigili del fuoco con 5 unità, l’autogru della sede centrale con due unità e il funzionario di turno e altre due unità per un totale 9 vigili del fuoco.

    Bus precipitato, il comune di Agerola: “Dolore lacerante per la comunità”

     “Una tragedia immane, una notizia devastante, un dolore lacerante che ci lascia letteralmente sconvolti. A nome dell’intera comunità agerolese ci stringiamo intorno alla famiglia di Nicola, il nostro 28enne concittadino che ha perso la vita in circostanze strazianti a Ravello.

    inchiesta bus precipitato ravello

    Un ragazzo solare, un lavoratore instancabile, una giovane vita spezzata troppo presto. Il Comune di Agerola è vicino alla famiglia in questo momento di dolore e in questo giorno di lutto per tutti noi”. Lo scrive sui social il Comune di Agerola, città dei Monti Lattari in provincia di Napoli di cui era originario il giovane.

    “Apprendiamo con profonda tristezza della morte dell’autista precipitato in un autobus turistico a Ravello. Alla famiglia e ai suoi cari esprimo le mie più sentite condoglianze per questa terribile tragedia, che deve però far riflettere. Il tema degli interventi per una piena sicurezza stradale di tutta la costiera, anche con le risorse del Pnrr, rappresenta una vera e propria emergenza non più rinviabile”. Lo dice Piero De Luca, vice capogruppo Pd alla Camera.

    Bus precipitato, il sindaco di Ravello: “Tragedia che spezza giovane vita”

    “Esprimo tutto il cordoglio della Città di Ravello alla famiglia Fusco, un nome conosciuto ed apprezzato di operatori del settore del trasporto turistico, che da sempre forniscono i loro servizi, con professionalità e disponibilità. Una tragedia che spezza una giovane vita, e che colpisce al cuore la comunità di Agerola, unitamente alla nostra, e a quella dell’intera costa d’Amalfi”.

    Così il sindaco di Ravello, Paolo Vuilleumier, sull’incidente avvenuto questa mattina lungo la strada provinciale 75, che ha coinvolto un autobus turistico, costato la vita al conducente, Nicola Fusco, 29 anni, originario di Agerola.

    LEGGI ANCHE

    Camorra, stangata ai clan di Pianura: 160 anni di carcere

    Il processo al clan camorristico Esposito-Marsicano-Calone, attivo nel quartiere Pianura, nella zona occidentale di Napoli, si è concluso con condanne pesanti per oltre 160...

    Rapinatore picchiato da commerciante e clienti

    Impazza sui social questo video di una rapina “finita male”. Entra in una ricevitoria armato di pistola e con il volto parzialmente nascosto da un...

    Stupro alle cuginette di Caivano: 9 misure cautelari. Sette minorenni e 2 maggiorenni

    Sono stati individuati e fermati tutti i componenti della banda di baby orchi che hanno abusato sessualmente per mesi delle due cuginette del Parco...

    IN PRIMO PIANO