Dal divieto di droni ai fuochi, decalogo al Parco del Matese

Dal divieto di sorvolo di droni a quello di praticare attivita’ di parapendio e arrampicate o che prevedano l’uso di fuoristrada o mezzi per il motocross, dal divieto di accendere fuochi pirotecnici al divieto di ascoltare musica ad alto volume o utilizzare fonti luminose intense. Sono alcuni delle norme comportamentali contenute nel decalogo presentato a […]

google news

Dal divieto di sorvolo di droni a quello di praticare attivita’ di parapendio e arrampicate o che prevedano l’uso di fuoristrada o mezzi per il motocross, dal divieto di accendere fuochi pirotecnici al divieto di ascoltare musica ad alto volume o utilizzare fonti luminose intense.

Sono alcuni delle norme comportamentali contenute nel decalogo presentato a San Potito Sannitico presso l’Ente Parco Regionale del Matese. Nel decalogo sono presenti regole basilari elaborate dall’Associazione degli studi ornitologici Italia meridionale (Asoim) nella persona del presidente Maurizio Fraissinet e dai Carabinieri Forestali di Caserta con Colonnello Marilena Scudieri, con l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini al rispetto di semplici norme di salvaguardia e dei comportamenti da tenere a tutela delle aree protette, dunque della flora e della fauna presenti; per ogni voce sono riportate le norme di legge o regolamentari su cui si basano i divieti e anche le sanzioni, che possono essere amministrative o penali, applicate in caso di mancata osservanza.

Tra le norme inserite nel decalogo, quella che proibisce l’abbandono dei rifiuti di ogni tipo, o che suggerisce di usare cesti di vimini in caso di raccolta di funghi, o che limitano l’uso della tecnologia e dei suoi strumenti, dai droni – per cui vige un divieto assoluto di sorvolo – agli stessi cellulari, che vanno usati con equilibrio e giudizio, in modo in particolare da non infastidire gli animali selvatici; c’e’ poi il divieto di liberare animali esotici che non fanno parte dell’ecosistema, e suggerimenti su come osservare gli animali del Parco in modo da non impaurirli e farli scappare.

Soddisfatto il presidente del Parco Regionale del Matese Vincenzo Girfatti, che “ringrazia l’Asoim ed i Carabinieri Forestali Caserta per il lavoro svolto, che dimostra quanto sia importante la collaborazione tra Associazioni ed Istituzioni per tutelare e salvaguardare le aree protette”.

google news

La Newsletter di Cronache

Ogni giorno nella tua mail le ultime notizie

Leggi anche

Bloccati 1,5 milioni di giocattoli falsi in tutta Italia

Operazione della Guardia di Finanza insieme con Europol che ha interessato l'Italia e l'Europa

Elezioni 2022, Napoli a trazione M5stelle: primi con il 41%

Torna in Parlamento Carmen Di Lauro. A Torre del Greco l'attore Gaetano Amato batte Annarita Patriarca e Sandro Ruotolo

Pompei operazione antidroga: sequestrato un chilo di stupefacente e munizioni

Controlli in uno stabile in via Grotta II: recuperati 617 grammi di canapa indiana, 254 grammi di hashish, 12 grammi di cocaina, 12 cartucce di diverso calibro

Al Rione Sanità scooter parcheggiati usati come custodia della droga

Operazione della polizia in via Santa Maria Antesaecula al rione Sanità: recuperati 1,4 chilogrammi di hashish

IN PRIMO PIANO

Pubblicita