soresa
Pubblicitasoresa

I carabinieri recuperano documenti della Croce Rossa della Seconda Guerra Mondiale

SULLO STESSO ARGOMENTO

Mappe a colori e dossier dattiloscritti risalenti al periodo della Seconda Guerra Mondiale, realizzati dall’Ufficio Tecnico Sanitario del Comitato Centrale della CRI e relativi a piani antiaerei e anti-attacco chimico di diverse città italiane (Agrigento, Avellino, Belluno, Bergamo, Brescia, Caltanissetta, Catanzaro, L’Aquila, Lucca, Lecce, Macerata, ecc), sono stati restituiti alla Croce Rossa Italiana a seguito del lavoro svolto dai Carabinieri del Nucleo di Roma del Comando Tutela Patrimonio Culturale.

Il materiale era stato posto in vendita online da un privato, salvo poi essere sequestrato a seguito di una denuncia rivolta proprio ai Carabinieri. Dopo gli accertamenti necessari e i relativi atti giudiziari, i documenti tornano così alla CRI e saranno custoditi nell’Archivio Storico dell’Associazione.

“Il più sincero ringraziamento all’Arma dei Carabinieri, con la quale la Croce Rossa collabora da sempre, per averci permesso di riportare a casa documenti che sono parte integrante della nostra storia – ha detto il Vicepresidente della Croce Rossa, Rosario Valastro – e dell’attività di supporto svolta nel corso della Seconda Guerra Mondiale dalla Croce Rossa Italiana e dai suoi Volontari. Davanti al conflitto e alle emergenze che ne scaturirono, la CRI si fece trovare pronta, confermando il suo impegno al servizio di qualsiasi vulnerabilità.


    Questi documenti sono il segnale indelebile della costanza e della passione che muovono le nostre donne e i nostri uomini, e sono simbolo di una ferma volontà che, oggi come allora, contraddistingue il nostro operato anche nei contesti più delicati e dinanzi alle grandi sfide. Stiamo lavorando per rendere nuovamente fruibile il nostro archivio che ha distaccamenti in tutta Italia. A Trieste, ad esempio, abbiamo una testimonianza dell’esodo giuliano-dalmata, rispetto al quale Croce Rossa operò in soccorso dei profughi. Avere un passato così prestigioso è per noi una spinta per il futuro. Siamo eredi di una storia importante”.


    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui



    LEGGI ANCHE

    Cӏ anche la napoletana Annamaria Colao tra le scienziate migliori al mondo

    C''è anche la napoletana Annamaria Colao tra le prime scienziate al mondo secondo la classifica 2023 stilata dalla piattaforma accademica Research.com sulla base del...

    IN PRIMO PIANO