Morto lo sceicco Khalifa bin Zayed: tra i più ricchi del mondo

Khalifa bin Zayed Al Nayhan

ìIl presidente degli Emirati Arabi Uniti, lo sceicco Al Nayhan, è morto. Aveva 73 anni. Lo ha annunciato l’agenzia di stampa statale in una breve dichiarazione.

Il decesso e’ avvenuto dopo una malattia che combatteva da diversi anni. “Il Ministero degli affari presidenziali porge le proprie condoglianze al popolo degli Emirati e al mondo islamico…per la morte oggi dello sceicco Al-Nahyan”, riporta l’agenzia di stampa Wam. Il Ministero ha annunciato 40 giorni di lutto con bandiere a mezz’asta da venerdi’ e la sospensione del lavoro nel settore pubblico e privato per i primi tre giorni.

Con un patrimonio stimato in oltre 21 miliardi di dollari, era anche uno degli uomini piu’ ricchi del pianeta. Il 3 novembre 2004 era succeduto a suo padre, il defunto Zayed bin Sultan Al Nahyan, fondatore e primo presidente del Paese del Golfo dal 1971 fino alla sua morte, il 2 novembre 2004. Al-Nahyan, nato a al-Ayn il 25 gennaio 1948, e’ stato il secondo presidente degli Emirati e il 16mo sovrano della citta’ di Abu Dhabi.

Suo padre era il fratello di Mansur bin Zayd Al Nahyan e cugino di fatto di Tamim bin Hamad al-Thani, emiro del Qatar e proprietario della squadra di del Paris Saint Germain. La presidenza dello sceicco Khalifa e’ stata caratterizzata da un’importante ristrutturazione del governo federale e di quello di Abu Dhabi.

Alla guida degli Emirati e’ stato anche il fautore di uno sviluppo molto accelerato sia sul piano economico, trainato dal petrolio, che culturale. Nel 2013 fu al centro delle croncahe per l’entrata in servizio del suo panfilo denominato Azzam, lo yacht piu’ grande all’epoca, con una lunghezza di 180 metri e un costo di realizzazione stimato in 500 milioni di euro.

Colpito da un ictus nel gennaio 2014, da allora ha mantenuto un profilo basso negli affari di stato, partecipando ai soli cerimoniali. Pertanto il sovrano de facto di Abu Dhabi e’ stato il fratellastro Mohamed bin Zayed Al Nahyan, principe ereditario e vicecomandante delle Forze armate emiratine.

LEGGI ANCHE  Napoli, bloccati con armi da taglio: denunciati 2 giovani

Ora che lo sceicco Khalifa e’ deceduto, e’ Mohamed bin Zayed Al Nahyan a succedergli alla presidenza degli Emirati, anche se in realta’ e’ l’artefice della politica estera ed economica del Paese del Golfo ormai da otto anni.

Da oggi negli le bandiere sventolano a mezz’asta: ministeri, dipartimenti, istituzioni federali e locali hanno sospeso i lavori. Il ministero degli Affari presidenziali ha annunciato 40 giorni di lutto per i cittadini, mentre il settore privato si ferma per tre giorni.

“Jill ed io siamo stati profondamente rattristati nell’apprendere della morte dello sceicco Khalifa bin Zayed al Nahyan. Khalifa e’ stato un vero partner e amico degli Stati Uniti durante il suo mandato decennale da presidente degli Emirati Arabi Uniti”.

Lo scrive il presidente americano Joe Biden in una nota per la morte dello sceicco a 73 anni. “A nome del popolo americano, porgo le mie condoglianze alla famiglia dello sceicco Khalifa e a tutti gli Emirati mentre piangono questa grande perdita. Onoreremo la sua memoria continuando a rafforzare i legami di lunga data tra i governi e i popoli degli Stati Uniti e degli Emirati Arabi Uniti”, si legge ancora nella nota di Biden.